Login | Registrati | Recupera password
0/0

Diarrea, debolezza contiuna

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009

    Diarrea, debolezza contiuna

    Gentili Dottori,
    vi contatto per chiedere un rimedio, o quantomeno una spiegazione, per una diarrea che praticamente da un anno a questa parte si è impossessata di me e della mia vita. Le feci, da normali e poco voluminose, sempre costanti, sono diventate tutt al più "poltiglia", spesso con una colorazione giallognola/arancione. Non è tanto la diarrea in sé e per sé a causarmi problemi, sebbene talvolta sia impellente. Non mi capita mai di averla di notte, ne tantomeno avverto dolori di alcun tipo, se non borgorigmi una o due ore prima della fatidica scarica. Dagli accertamenti fatti sembrerebbe tutto assolutamente regolare. Ho eseguito una colonscopia, una gastroscopia e una rettoscopia, dal quale è emerso solo una "flogosi aspecifica", escludendo però coliti o ulcere. Le analisi del sangue non sono altrettanto felici, anche se escludono malattie quali la celiachia (già scartata tramite analisi feci e prelievo duodenale alla gastroscopia). Le ab-transgltaminasi infatti sono costantemente a 3 (rif 0-18), endomisio negativo (sia IgG che IgA). I valori "incriminati" sono il colesterolo che è schizzato e rimane costante, indipendentemente dall'alimentazione, a 216. L'albumina è a 70 (rif 53-64), Globuline BETA a 8 (rif: 9-14), globuline GAMMA 10,9 (rif: 13-22), Azotemia a 15 (rif: 17-56). Peccato però che in questo anno io mi senta costantemente debole, privo di forze. La letargia è totale. Costante sonnolenza, sbadigli "anomali", crampi alle gambe e alle gambe (mi sottopporrò a breve ad un'elettromiografia). Se provo a correre mi gira la testa subito e le gambe cedono. Pensando potersse trattarsi di una patologia neurologica, ho eseguito anche analisi in tal senso: TAC, RM, rachicentesi; tutto nornmale. Il mio medico di base pensa ad una malattia autoimmune o una malattia rara. Nel frattempo, per cercare di non crollare, sto spendendo capitali in integratori, pillole di vitamine e di carbone vegetale. Non serve a molto. Io non sono un medico, ma penso che il mio possa trattarsi di una sorta di malassorbimento. Voi che consiglio potete darmi in merito. La mia sintomatologia a cosa può rassomigliare? Specifico che non sono stressato, né tanto meno depresso (e nemmeno un "pazzo ipocondriaco" come mi ha definito qualche vostro collega, che evidentemente non ha mai avuto il piacere di passare giorni interi su un water). Per scrupolo ho eseguito test psicologici presso il Centro Sanità Mentale locale, che mi ha definito sano, non depresso, ma in evidente problema fisiologico. Più di così...
    Cosa mi consigliate a questo punto?

    Cordialmente.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1668 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Non mi sembra che i risultati delle analisi da lei riportati siano cosi' preoccupanti: certo, bisognerebbe valutarle nel loro insieme, ma per quanto mi e' dato di capire, sono piu' o meno nella norma. Tenga conto che i riferimenti che accompagnano gli esami di laboratorio devono essere interpretati dal Medico che la segue, per cui non si puo' dire che l'azotemia a 15 sia un male soltanto perche' la macchina riporta che la media dei pazienti viaggia oltre 17...
    Focalizzerei invece l'attenzione di piu' sulla dieta e sulle abitudini di vita, perche' con molte probabilita' e' proprio li' che trovera' il bandolo della matassa: ne sono la prova le feci, che normalmente sono proprio lo specchio di come lavora il nostro intestino...
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Gentile Dottor Spina,
    dagli ultimi accertamenti è risultato una carenza notevole di vitamina D3 e di acido Folico, che spiegherebbe la stanchezza cronica e i crampi muscolari e le ossa dolente. Da quando ho integrato tramite via orale e endovenosa queste due componenti la mia salute generale, come benessere, è ritornata a standard accettabili. Il medico di base che mi segue, sospettando un malassorbimento, mi ha prescritto un'elastasi fecale, che sembra dai primi risultati essere positiva, il che spiegherebbe, a sua opinione, molto. La ringrazio per la risposta!!



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1668 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Non ero al corrente degli ultimi accertamenti, che evidentemente ha fatto soltanto negli ultimi giorni.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

Discussioni Simili

  1. Disturbi digestivi, emicranie
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14/08/2010, 11:15
  2. Diarrea, cefalea e febbre
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13/08/2010, 12:02
  3. Vomito e diarrea
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08/08/2010, 22:10
  4. Dolori addominali e diarrea
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27/08/2010, 15:27
  5. Scariche di diarrea (consistenza acquosa)
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28/08/2010, 19:04
ultima modifica:  14/10/2014 - 0,08        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896