Utente 169XXX
salve, vorrei esporvi il mio problema in quanto non posso parlarne apertamente con familiari ecc. Per capire meglio la situazione credo sia il caso di spiegarvi tutto. Ho 20 anni, ho fumato per circa 3-4 anni, circa 3 mesi fà a mia insaputa ho fumato uno spinello ("erba" ), dopo aver fumato lo spinello, per circa 5 ore ho avuto una fortissima tachicardia, che mi causava come degli "strappi" che causavano forte dolore, dopo le 5 ore mi sono addormentato nella speranza che passasse, al mio risveglio non avvertivo nulla, tuttavia dopo circa 20 minuti ha ricominciato la tachicardia, sempre forte come prima (ho controllato il battito con orologio, circa 150 battiti al minuto non ricordo ora esattamente quanti), in totale per circa 15 ore c'è stata la forte tachicardia.
il giorno seguente stavo bene, solo un pò di formicolio al braccio sinistro, tuttavia nessun problema. Tuttavia per l'accaduto ho deciso di smettere di fumare sigarette per evitare altri incidenti. Circa un mese dopo, ho iniziato ad avvertire dolori al petto, inizialmente credevo si trattasse di dolori intercostali, non mi ci è voluto molto a capire che si trattava del cuore, anche perchè sentivo e sento tutt'ora, come una scarica elettrica che passa dal cuore al braccio sinistro. Per un periodo non me lo ha più fatto, ovvero fino a ieri che ha ricominciato. nel periodo precedente oltre al dolore si affiliava pressione leggermente alta e sudorazione e stato confusionale, ora invece solo dolore ed effetto "scossa elettrica". Ho fatto elettrocardiogramma, ecocardiogramma , analisi del sangue e delle urine, ma è tutto nella norma. Per tanto i dottori dicono che è uno stato ansioso, anche se devo dire che non sono mai stato tranquillo come in questo periodo, e tra l'altro è da ieri che sono in vacanza, quindi sono ancora più rilassato. e proprio per questo ho pensato di chiedere a voi, io credo che si tratti di qualcosa all'interno del cuore, non sò una vena che si è otturata o lacerata non è idea. Pertanto chiedo una vostra valutazione della situazione. grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I sintomi che lei riferisce NON sono di pertinenza cardiaca. Sia per tipo che per durata dei dolori. E' molto probabile, come descritto in letteratura, che lo spinello le abbia scatenato un attacco di panico. Pertanto la esorto di NON fumare e din NON fumare Spinelli, cosa che prevede inoltre l arresto di chi glieli fornisce.
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottore, comunque come ho già detto non ho mai usato droghe, durante una festa appunto ho fumato ma incosciamente, ma mi dica, dunque è possibile che a distanza di mesi ci siano queste reazioni da "panico"? Come posso fare per rimediare al problema visto che è piuttosto fastidioso e non riesco a controllarlo? Possono aiutarmi farmaci calmanti? grazie.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si. Deve chiedere il parere di un collega psichiatra. Con i farmaci moderni si risolve anche questo problema. Buona giornata