Utente 117XXX
Salve,
sono una ragazza di 23 anni che da circa 3 anni soffre di acne esclusivamente sulla zona del mento (in particolare solo nella parte sinistra). Dopo aver consultato due dermatologi diversi che mi hanno diagnosticato un acne papulopustolosa sul mento e mi hanno prescritto due tipi di creme e detergenti diversi, il problema è peggiorato. L'acne è aumentata,si è estesa alle guance ed è diventato un problema molto più grande di quello che era prima. Sto seguendo una dieta con pochi grassi ma il problema non è diminuito. Vorrei sapere cosa posso fare. Ormai ho provato ogni tipo di crema (dermatologica, presa in profumeria e dall'estetista), tutte non hanno risolto il problema.
E' possibile iniziare a soffrire di acne a 20 e a 23 anni soffrirne ancora?se si quali cure posso seguire?E poi posso usare dei fondotinta compatti per coprire un po' i brufoli o è meglio non utilizzare alcun trucco?
In attesa di una vostra risposta porgo i miei saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
L'ipotesi di una dermatite periorale - una forma di acne femminile tardiva ormonale, dovrà essere chiarita dalla sede specialistica dermatologica:

sappia che ad oggi è possibile ricorrere con successo a nuovi trattamenti farmacologici associati eventualmente anche a terapie strumentali efficaci e conservative come la lucel pulsata dermatologica con manipolo selettivo per acne:

sarà ovviamente e sempre il dermatologo che consulterà a decidere per il meglio

saluti

Dott. LAINO, Roma
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la celere risposta ma vorrei sapere se è possibile porle qualche altra domanda. Fino a 5 mesi fa assumevo la pillola anticoncezionale che ho dovuto interrompere per gravi mal di testa e, in quel periodo,l'acne era quasi sparita (ma non del tutto).Dopo 5 mesi dall'interruzione l'acne è ritornata tale e quale a prima. E' quindi un problema ormonale? però i miei esami del sangue sono perfetti, tranne un leggero ipotiroidismo.
E' possibile che sia dovuto ad un' allergia alimentare. In particolare, sono allergica alle graminacee: è possibile che l'assunzione del pomodoro mi dia questo problema?
La ringrazio anticipatamente per la sua attenzione.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
il mio parere (sempre non vincolante da qui) è tranchànt: 0 % di probabilità !

Dott. LAINO, Roma