Utente 170XXX
Gentilissimi dottori di Medici Italia,
sono un ragazzo di 18 anni ed ho un problema al pene: presenta nella parte bassa del glande e in quella interna del prepuzio un arrossamento e una scostante desquamazione che, durante i rapporti, comporta una sensibilità fastidiosa ed un'eiaculazione estremamente precoce...Penso che il problema potrebbe essere sorto nel momento in cui ho fatto l'amore con la mia ragazza (vergine), sentendo alla fine del rapporto, ripetuto per 2 volte (una delle quali non protetta), un dolore al glande che al momento ho attribuito allo sfregamento...Nonostante tutto, in entrambi i rapporti, la durata è stata largamente al di sopra dei 30 minuti.In seguito, a distanza di circa una settimana, in vacanza, l'abbiamo fatto svariate volte ma con risultati preoccupanti: già inserendolo (protetto o meno) lo sentivo estremamente sensibile tanto da portarmi all'eiaculazione in meno di 5 minuti ogni volta!La situazione a distanza di un mese non è affatto migliorata e il glande, per la terza volta sta perdendo la pelle...Pensavo potesse trattarsi di Balanopostite ma tra i miei sintomi compaiono solo i già citati rossore, desquamazione e sensibilità (senza bruciore, cociore, prurito o essudazione)!Di cosa potrebbe trattarsi e come potrei risolvere questo problema?
Ps: tengo a precisare che la mia igene è sempre attenta e non sto utilizzando detergenti nuovi che possano aver causato il problema dato che adopero gli stessi da anni...
Con la speranza che riusciate ad aiutarmi nonostante l'impossibilità di effettuare una diagnosi in seguito ad una osservazione, cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile ragazzo,

non è detto che questi sintomi siano per forza ascrivibile ad una balanopostite - balanite ( http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=15 ) : ci sono altre situazioni associabili a quelle sintomatologie, specie in un ragazzo che ha da poco scoperto la sessualità

Produca in ogni caso la visita venereologica con lo specialista, finalizzata alla piena comprensione del suo problema.

cari saluti

Dott. Laino, Roma