Utente 385XXX
Salve,sono un ragazzo di 33 anni di Roma,le scrivo per un
problema che,dopo approfondite ricerche su internet,non viene considerato tale perchè 'normale',ma a me condiziona totalmente la vita sessuale!
Questo problema scaturisce dall'eccessiva fuoriuscita del liquido preeccitatorio,secreto dalle ghiandole di Cowper.
Nel mio caso questo liquido si presenta sempre,in una qualsiasi situazione "eccitante":è imbarazzante dover fare petting con questo liquido filamentoso che fuoriesce senza controllo e in continuazione fino al raggiungimento dell'orgasmo.
Ho pensato che fosse possibile, intervenendo chirurgicamente,rimuovere
queste ghiandole o solo deviarne il flusso,come per la vasectomia.Le chiedo un consiglio che risolva il caso.
Un grazie anticipato.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
si tolga questo pensiero dalla testa ! Le ghiandole del Cowper sono poste in una posizione anatomica strategica e non facile da raggiungere chirurgicamente se non combinando guai. Infine ,ultima ed importante considerazione fisiologica, queste ghiandole hanno una importanza non secondaria in quanto preparano l'uretra , canale che trasporta soprattutto l'urina e quindi quasi sempre "acido" ( a pH basso ), al passaggio degli spermatozoi, alcalinizzandola (cioè aumentando il suo pH). Infatti gli spermatozoi non tollerano l'acidità delle vie urinarie.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
GIOIA DEL COLLE (BA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
per niente come rimuove le ghiandole del Cowper ?
non posso che confermare quello detto dal collega che mi ha preceduto
[#3] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2007
Intanto vi ringrazio per le risposte,naturalmente la mia era una proposta estrema,mi chiedo solo se c'è anche una vaga possibilità alternativa che possa risolvere o migliorare questo mio problema?

Grazie ancora
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
A questo punto , potrebbe essere utile una attenta valutazione andrologica per capire se esistono comunque problemi infiammatori , irritativi , anatomici al suo disturbo. Consulti , se non ancora fatto, un esperto andrologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
GIOIA DEL COLLE (BA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appena ha novità ce le cominichi.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
www.andrologiamedica.org