Utente 157XXX
Salve gentili dottori.
Vi espongo il mio caso.

Sono stato operato per un varicocele sx all'età di 15 anni. Pochi anni dopo (forse un paio) si è manifestata la recidiva.
Ho sempre tenuto sotto controllo la situazione attraverso numerosi ecocolor e spermiogrammi. Ora il varicocele è di terzo grado e, d'accordo con il mio urologo, ho deciso di procedere ad una nuova operazione da fissare a breve.
Ci terrei però ad esporvi i risultati del mio spermiogramma.
Per comodità vi espongo l'ultimo che ho eseguito. Gli altri esami eseguiti in precedenza portano risultati del tutto simili a questo

Indico in questo modo: Parametro - Esito - Val. riferimento

Colore - avorio - avorio
aspetto - opalescente - opalescente
pH - 8.2 - 7.5/8.5
volume - 2.5 ml - 1.0/6.0
fluidificazione - completa - completa
nemaspermi - 15.600/mmc - >20000
nemaspermi a mobilità progr. - 50% - >60% dopo due ore
forme atipiche - 35% - <50%
emazie - assenti - assenti
leucociti - rari - rari
cellule spermatogeniche - rare - rare
cellule epiteliali - rare - rare
nemaspermi agglutinati - <10%

FT3 (Chemiluminescenza)- 4.0 pg/ml - 1.8/4.2
FT4 (Chemiluminescenza) - 1.29 ng/dl - 0.89/1.76
TSH (Chemiluminescenza)- 2.08 mcU/ml - 0.40/4.00

Vi pongo quindi queste domande:
- Con QUESTO tipo di spermiogramma posso essere considerato fertile? In altri termini, con una partner sana e fertile, risulta difficile il concepimento con QUESTA situazione?

- Dopo l'intervento è probabile che la situazione migliori oppure può anche rimanere la stessa?

- Nel caso la situazione non migliorasse con l'intervento, è possibile ricorrere a cure farmacologiche? Sono in generale efficaci?

In sostanza, come forse avete capito, sono un po' preoccupato di non poter, un domani, concepire.

Vi ringrazio in anticipo per la pazienza e la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,da quanto ci trasmette,e dalle preoccupazioni che ha,devo supporre che non sia seguito da un andrologo dedicato,con esperienze certificate nel campo della fisiopatologia della riproduzione.Non ci dice nulla circa i risultati dei dosaggi ormonali,circa il volume e la consistenza dei testicoli etc.La fertilita' spontanea non e' affatto preclusa ma,per esprimersi in merito ad una prognosi futura serve una diagnosi andrologica molto rigorosa. Cordialita'.
[#2] dopo  


dal 2011
gentile dottor Izzo.
Innanzitutto la ringrazio per la rapidissima risposta.

Effettivamente non ho mai eseguito un controllo andrologico.

Mi posso limitare a dirle che ho eseguito (per motivi diversi da questo) i dosaggi degli ormoni tiroidei che sono tutti assolutamente nella norma.
Inoltre le eco testicolari che ho eseguito evidenziano che i testicoli appaiono "in sede e normali per dimensione e struttura".

Ma non so quanto queste considerazioni possano effettivamente essere utili rispetto ai parametri riguardo i quali Lei mi ha chiesto delucidazioni.