Utente 165XXX
Salve, sono un ragazzo di 24 anni e da quasi un anno soffro di blefarocongiuntivite allergica con bruciore, prurito, forte arrossamento, secrezione di muco bianco, gonfiore, annebbiamento vista e sensazione di corpo estraneo.
Ho eseguito il prick test ed il rast test ma non è stato trovato nulla.
Le Ige totali erano basse come se non ci fosse una reazione allergica nell'organismo.
Non ho altri sintomi allergici oltre quelli descritti.

Ho sentito parlare di un test di ricerca delle IgE nelle lacrime, dov'è possibile farlo?
Ci sono altri esami da fare?
Vi prego di elencarmi tutti i possibili esami in quanto è da quasi un anno che sono sballottato da un medico ad un altro e sembra come se per fare gli esami li dovessi pregare.
Per essere sicuri della causa allergica, dato che ormai sono dubbioso di tutto, cosa c'è da fare? Dovrei fare uno scraping congiuntivale e verificare la presenza di eosinofili? Se non ci sono basta per escluderne il carattere allergico?

Sono intenzionato a risolvere questa cosa perché ormai è diventata insostenibile e non mi permette di vivere una vita normale.





Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Salve.
In questi casi dovrebbe essere l'oculista, sulla base dell'obiettività congiuntivale, ad ipotizzare il meccanismo patogenetico e quindi indicare gli esami più utili.
Alcuni tipi di congiuntiviti croniche, seppur definite genericamente "allergiche", possono anche essere sostenute da meccanismi non strettamente allergici e quindi presentare negatività dei comuni accertamenti.
Saluti,