Utente 265XXX
Salve, sono una ragazza di 28 anni. In data 10/06/2004 ho subito una sinoviectomia selettiva artroscopica del ginocchio sinstro (Diagnosi: Plica sinoviale mediopatellare ipertrofico-fibrosa). L'operazione è avvenuta in day-hospital ed è andata bene. In serata sono tornata a casa; dal giorno seguente il ginocchio si è gonfiato notevolmente (sopra la rotula): la membrana sinoviale operata aveva prodotto sangue che non si assorbiva. Ho telefonato al medico chirurgo il quale, dopo qualche giorno (17/06/2004), mi ha visitato ed assorbito parte del sangue (liquido) in eccesso (con una siringa). Sono tornata a casa con il ginocchio decisamente più leggero e meno dolorante, ma la sera del giorno dopo (18/06/2004) il ginocchio era di nuovo gonfio, magari non hai livelli dei giorno precedenti, ma comunque peggiorato. Durante tutto questo peridodo ho sempre seguito la terapia che mi avevano indicato:
- in generale, tenere il ghiaccio a ginocchiera chiusa, mentre nei giorni di maggior gonfiore tenere la borsa del ghiaccio, a ginocchiera aperta con riposo di 5 minuti ogni 20.
- esercizi di sollevamento e altri..
- punture di Fraxiparina per 15 gg e antibiotici per i primi 3 gg (Ceporex in compresse).

A mio parere questo gonfiore (dovuto alla membrana 'sanguinante') stia rallentando la guarigione del ginocchio (cammino con le stampelle, ma non resisto in piedi più di 5 minuti e non ho visto progressi).

Volevo chiedere:
1. se era normale il comportamento sopra descritto;
2. un consiglio medico efficace che riesca ad eliminare il sangue prodotto dalla plica sinoviale in modo tale che il ginocchio si sgonfi.

Vi ringrazio anticipatamente
D.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Massimo Schiavone
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2000
Si rivolga con fiducia allo specialista ortopedico, abbia pazienza