Utente 170XXX
Salve,Vorrei chiederVi un consiglio.
Sono una donna di 42 anni e da circa un anno il cuore ha sbalzi di battiti più accelerati del normale(90 bm),capitando a volte anche di notte mentre dormo con difficoltà,poi, a riprendere sonno.
Sono andata da un cardiologo e il cuore non presentava alcuna anomalia e mi ha prescritto le analisi della tiroide che ho eseguito e non è risultato alcun problema.La pressione,misurata dal medico, era 14080.Il medico mi ha prescritto congescor 1.25,una compressa al mattino,che prendo da 4 mesi per curare il sintomo.Il battito si è regolarizzato,la pressione è a posto(13080)però si stanno manifestando alcuni problemi come difficoltà nel sonno svegliandomi spesso avvertendo come un nodo alla gola e la sera avverto uno stato ansioso.Vorrei sapere se questo è determinato dalla congescor e vorrei chiederle per quanto tempo ancora dovrei assumerla in quanto vorrei sospenderla.
Inoltre Vorrei chiederle consiglio per un migliore riposo notturno.
Attendo una risposta,
Grazie mille in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
i sintomi che descrive non sembrano attribuibili alla terapia con bisoprololo, tanto più al dosaggio da Lei praticato, davvero minimo. Con ogni probabilità, invece, si tratta di somatizzazioni d'ansia, eventualmente da trattare con farmaci specifici (su prescrizione medica!).
Circa la durata della terapia con Congescor, dovrebbe rivolgersi al collega prescrittore, dato che con questo mezzo non è possibile (nè consentito dalla Legge) dare consigli terapeutici.
Cordiali saluti