Utente 169XXX
Gentilissimi Medici,
vi chiedo un consulto visto che i tempi per una visita allergologica in una struttura pubblica sono di circa un anno.
Ho 35 e soffro da circa 3 anni di allergia alle graminacee con sintomi evidenti nel periodo primaverile fino a fine giugno, per altro lavoro in un ambiente naturale quindi con grande esposizione.
Quest'anno sto avendo gli stessi sintomi in questo periodo e in farmacia mi hanno detto che potrebbe essere alternaria.
Vi chiedo visto che da gennaio lavoro in un ambiente che presenta fortissima umidità (addirittura con muri che si scrostano, è un vecchio archivio) può essere che in questo ambiente si annidi l'alternaria e mi abbia provocato una sensibilizzazione?
Grazie mille
In attesa di vedere l'allergologo, cosa posso fare per migliorare la situazione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Salve.
L'unico modo per saperlo è effettuare nuovamente i test allergologici (potrebbe essersi sensibilizzato all'Alternaria così come ad altri allergeni estivi come ad esempio le Composite).
Quello delle liste d'attesa nel servizio pubblico sarà sempre un problema di difficile soluzione finché mancherà la volontà di risolverlo. Le ricordo comunque che se lo desidera può anche effettuare visita e test in forma privata.
Saluti,