Utente 205XXX
Salve dottori.
Premessa: soffro di prostatite, e di congestioni prostatiche in fase di eccitazione, e a volte dolori in zona anale bacino una mezzora dopo l'orgasmo. Premettendo che ho gia fatto visite andrologiche, e a parte una lieve infiammazione prostatica, tutto e' nella norma (spermocoltura, spermiogramma, tamponi uretrali ecc). Non si e' mai capita la causa, ho avuto vari andrologi...
Ho problemi anche erettivi, spesso con l'avvicinarsi della eiaculazione, diminuisce la turgidita del pene, e arrivo anche a eiaculare con il pene non eretto (anche in fase di masturbazione). Accanto a cio, le erezioni mattutine ci sono spesso, pero solo in posizione supina e laterale, mai a pancia in giu. Anzi se al mattino ho il pene eretto, e mi giro a pancia in giu, l'erezione sparisce in poco meno di 10 secondi.
Inoltre, quando ho il pene in erezione, l'ho in erezione parallelo alla pancia, se sono in piedi, non riesco ad avere erezione con il pene parallelo al pavimento, nel momento che lo e', allora non e' piu eretto...
Chiedevo consigli, visto che ho girato molti andrologi. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le alterazioni erettili pre.eiaculatorie sono sp4esso psicogene, vista anche l' età. Ma alterazioni circolatorie od ormonali non possono essere scartate a priori. Rivalutio la cosa cole collega chhe la segue.
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio Dottore.
Diciamo che i dati dell esame del sangue sono buoni, tutti nella norma, gia fatti 2 volte negli ultimi 2 anni (testosterone libero, prolattina, glicemia ecc, ´l'unico che non ho fatto e' il testosterone totale..)
Per quanto riguarda problemi circolatori, alla fine il mio Dottore mi ha prescritto viagra 50mg.
Purtroppo in qualche modo si finisce sempre li....
Ho fatto anche due psicologi, che son serviti poco a mio avviso.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
a naso maca una diagnosi.
[#4] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2006
Ma, le diagnosi son di una prostatite abatterica, generata non si sa da cosa, e pavimento pelvico contratto e problemi psicologici connessi....
Pero sinceramente credo che ci sia o un problema di un organo in stretta connessione che quindi e`silente, magari collegato. Che abbia sia una fuga venosa che una prostatite con conseguenti mali sarebbe proprio una sfortuna...non una cosa bensi due
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
mah, guardi che può anche essere vero il contrario, cioè: emsia, prostaite deficit erettivo. metta un po di ordine col collega che la segue.
[#6] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2006
Quindi e`vero che la prostatite influisce sulla qualita dell'erezione. Adesso che cammino di piu ho meno dolori, e li ho solo in fase di eccitazione.
Per quanto riguarda l'ansia, c'e sicuramente una componente, pero il fatto che anche quando avevo la ragazza fissa ed ero tranquillo, i dolori e i problemi erettivi li avevo ugualmente.
Ai prossimi esami del sangue provero a fare anche il testosterone totale che non ho fatto mai (solo il libero)
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
l' ansia va valutata dal collega che la segiue, la ragazza c' entra rarmente,
[#8] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2006
Si, a volte penso che magari potrebbe essere anche ansia e stress magari di cui non me ne rendo conto, non legata alla sfera sessuale, ma mia per altre cose, e che si scarichi in quella zona li...
Ora vivo in nord Europa, andro da un altro urologo a vedere che mi dice, ma non ho molta fiducia di trovare la soluzione.
Grazie
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
mi dica dove è che le dico dove andare
[#10] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2006
Le rispondero privatamente, perche altrimenti do troppe informazioni su di me. La ringrazio. Comunque noto sempre di piu che magari il pene rimane eretto in masturbazione per anche 12 minuti poi si comincia ad afflosciare quando esce il liquido prespermatico, e fino all orgasmo non torna eretto. Considerando che anche in fase di eccitazione esce un po di liquido e mi comincia a venire male bacino e testicoli che poi passa dopo l'eiaculazione. Di notte infatti con il pene duro non ho alcun dolore