Utente 140XXX
Salve sono un ragazzo di quasi di 18 anni e volevo descrivervi la mia storia e chiedervi infine un opinione a riguardo..quando ero piccolo(circa 8 anni)sono stato in cura da un dentista che per prima cosa mi allargò il palato..dopodichè non sono stato visitato per un pò di tempo e all'improvviso si è accorto di una malocclusione..prima domanda:considerando che avevo già i denti storti,allargare il palato così a caso ha potuto causare la malocclusione?e soprattutto se già avevo la malocclusione allargare il palato è stato uno sbaglio?bene,dopo aver scoperto un morso aperto e una deviazione della linea mediana ha deciso di PROVARE a guarirmi ficcandomi in bocca un byte,sempre senza l'allineamento dei denti..ovviamente dopo qualche mese ci ha rinunciato visto l'insopportabile dolore che mi provocava quell'aggeggio l'impossibile ed evidente efficacia..oggi mi trovo ancora nella stessa situazione e a breve dovrei eseguire un normalissimo trattamento ortodontico che mi risolverà il morso aperto e in parte la deviazione,per questa mi hanno consigliato un piccolo intervento chirurgico..il problema è che da circa 10 anni ho cominciato ad avere anche una scoliosi che è peggiorata per fortuna non gravemente ma che mi ha causato problemi che stò cercando ancora di risolvere tra cui sbilanciamento del bacino ecc..ora mi chiedo..sin dal principio non bastava un semplice apparecchio(quello con le stelline ed elastici per intenderci)per risolvere tutto??la scoliosi è una coincidenza??io ora mi sono fissato di voler denunciare quel famoso dentista perchè secondo me oltre a non aver eseguito il suo lavoro ha fatto spendere inutilmente soldi alla mia famiglia..grazie a chi risponderà
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
L'allargamento del palato fa parte della terapia ortodontica e viene utilizzato quando siamo di fronte ad un soggetto in cross-bite (i denti superiori chiudono dentro i denti inferiori), cosa molto strana è il fare espansione senza poi finalizzare con apparechiatura ortodontica fissa. La sua storia è molto complessa, far risalire il problema della colonna vertebrale ai problemi occlusali non è cosa semplice ne dimostrabile oramai. Io credo che l'unica cosa da fare è quella di cercare di risolvere i suoi problemi occlusali con un bravo ortodontista. Per la questione medico-legale, penso che a distanza di tanti anni sia difficile ottenere qualcosa soprattutto se non è n possesso di nessuna documentazione.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Domandarsi se è nata prima la malocclusione e poi la scoliosi o viceversa significa domandarsi se è nato prima l'uovo o la gallina.

Vuole denunciare il famoso primo dentista, che le ha allargato il palato, perchè secondo lei non ha agito con competenza?
Io non ne sarei così sicuro.
Verosimilmente non le ha peggiorato la malocclusione, ma gliela ha attenuata (oltre a migliorarle la respirazione).

A 8 anni non bastava proprio un semplice apparecchio, quello con le stelline, per intenderci.
Quello si che l'avrebbe rovinata: messo a 8 anni le avrebbe completamente bloccato lo sviluppo osseo cranio-facciale.
Prima della pubertà non ci occupiamo troppo, infatti, di dove sono i denti e di quanto siano storti, ma ci occupiamo delle ossa, che siano nel giusto rapporto fra loro, e SOLO DOPO ci occupiamo dei denti.
Ecco perchè non ho motivo di pensare che l'espansore del palato sia stata una scelta sbagliata (a 8 anni).

Nel caso in cui la genetica porti verso una terza classe (ingoriamo se lei sia un terza classe, però) e un morso aperto, a volte neppure con le migliori intenzioni e la migliore tecnica riusciamo a prevenire del tutto l'evento.

Questo per dirle che in medicina, spesso 2+2=4, ma a volte 2+2=3,5 e altre volte 2+2=4,5.

E, non faccia mai più una stupidaggine come quella di farsi il bite da solo... Potrebbe procurarsi dei danni seri.



[#3] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Grazie della risposta Dr.Formentelli.Da come ha scritto mi sembra quasi stizzito per quello che ho detto e la capisco, visto che vede attaccata la sua categoria in qualche modo.Ma non è affatto così,sono solo un ragazzo che a 17 anni si vede pieno di difetti ed è normale che mi chieda se è stata colpa di qualcuno.Riguardo al byte,non me lo sono fatto dasolo,forse ha letto male.Le faccio un'altra domanda.
Può un morso aperto causare una leggera gengivite?è da più di un anno che cel'ho,continuano a farmi pulizie su pulizie,ho una buona igiene orale,ma non passa.
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Può esserci una correlazione.
Non cerchi una "colpa" a tutti i costi.
Lo stizzimento è vero.
E' legato alla volontà di accusare qualcuno senza prima aver appurato se è "colpevole" o "innocente".
Detto da uno che non ha l'abitudine di difendere acriticamente l'operato dei colleghi (legga le mie risposte per confermare queste parole).

Lei ha bisogno di una visita gnatologica.
Da valutare con lui l'eventuale approccio ortodontico e/o chirurgico maxillo-facciale.