Utente 801XXX
Sono una ragazza di 38 anni e volevo cortesemente sottoporVi il mio problema. Da quasi sei o sette mesi ho scoperto di avere un prurito con conseguente comparsa di ponfi rossi molto pruriginosi....tipo quando si tocca l'ortica ma che poi scompaiono nel giro di una mezz'ora. A volte mi prende sul dorso a volte sulle gambe a volte sul collo a volte sul fondoschiena e mi sembra di aver notato ke sudando il prurito aumenta. Facendo il PATCH TEST sulla pelle sono risultata allergica al nikel......emocromo+formula nella norma, TIROIDE nella norma, VES al limite, LDH nella norma CREATININA, EGFR,MARKERS TUMORALI BETA 2 MICROGLOBULINa,CALCIO, POTASSIO,tutto nella norma. I test PRIST+RAST purtroppo non sono ancora pronti. La mia domanda è questa: da cosa può dipendere tutto questo? Può dipendere da problemi del fegato o della cistifellea?.....o è solo un problema dermatologico? Grazie per la risposta in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Salve.
Da quanto riporta, la Sua orticaria non è ancora stata completamente inquadrata. Il patch test non è utile per il quesito specifico.
Completi le indagini in ambito allergologico o dermatologico e continui il follow-up.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 801XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore, ho ritirato le analisi e i risultati sono i seguenti: PATCH TEST tutto negativo tranne ke per NICHEL SOLFATO dove vicino ci hanno messo due ++......L'urinocoltura è risultata positiva per Escherichia Coli carica batterica 1.000.000 UFC/ml con annesso relativo antibiogramma.
ACIDI BILIARI 11,2 Valori di rif. da 0 a 6
IGE TOTALI 123 Valori di rif. da 0 a 100

RAST ALIMENTI:

Latte 0,13 Valo di rif. minore di 0,1
Gambero 0,12 Val di rif. minore di 0,1

Può darmi una qualche delucidazione in merito? Grazie
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Le ripeto, il patch test non è utile nella diagnosi dell'orticaria; indica solamente una sensibilizzazione al nichel che trovare tipicamente espressione nella comparsa di dermatite da contatto prolungato con oggetti di metallo (es. orecchini di bigiotteria).
Devono essere chiariti vari aspetti clinici, primo fra tutti se la comparsa dell'orticaria segue l'assunzione di alimenti, per cui solo il medico che la può valutare direttamente può esprimersi nella maniera più corretta. L'alterazione del valore delle IgE specifiche per latte e gambero è minima e deve essere comunque correlata alla Sua storia clinica (comparsa di reazioni in relazione all'ingestione di tali alimenti).
Saluti,