Utente 111XXX
Circa un anno e mezzo fa, in seguito ad un trauma (mentre giocavo a calcio), il mio medico di base mi ha diagnosticato in base ai sintomi (cute arrossata, gonfia e dolorante) una flebite all'arto inferiore dx, precisamente a livello del polpaccio. Allora la terapia che mi prescrisse fu seleparina 0,3 sc; antibioticoterapia e una pomata a base di eparina (hemovasal se non erro)e ovviamente riposo con l'arto rialzato; i risultati furono buoni, nel senso che nel giro di qualche settimana l'arto è quasi del tutto guarito; però ad un anno e mezzo di distanza, sento ancora un leggero dolore nello stesso preciso punto al momento in cui si esercita una certa pressione e inoltre noto che se sto molto in piedi con le calze leggermente strette mi si gonfia l'arto in questione.

potreste darmi dei consigli in merito


GRAZIE
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
ritengo che il quadro clinico riferito meriti un maggiore approfondimento: Il termine "flebite" può infatti comprendere manifestazioni cliniche molto diverse per localizzazione (superficiale, profonda), terapia (scoagulazione a lungo termine) e prognosi (Sindrome Postflebitica).
Non ci dice se la diagnosi fu all'epoca confortata da un ecocolordoppler (prima di istituire terapia anticoagulante), esame che le consiglierei in ogni caso di eseguire o ripetere.
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
No all'epoca il medico ritenne opportuno non farmi fare alcun esame diagnostico; provvederò a fare un ecodoppler allora.

altri consigli da poter seguire (anche quelli più semplici della quotidianietà della vita) affinchè questa gamba non si gonfi???