Utente 158XXX
Vi chiedo gentilmente un consulto:
Ho 43 anni e soffro di miopia degenerativa dall'eta di 6 anni (forse genetica)
Nell'ultimo anno ho avuto un repentino peggioramento della miopia all'occhio sx (piu' di 3 diottrie).
Ho consultato diversi oculisti e tale peggioramento semprerebbe dovuto ad un'iniziale cataratta nucleare.
Vi riporto l'esito dell'ultima visita del 20.08.2010
Vc OD -13 sf -0,75 cil 180 - 10/10
Vc OS -16 sf -1,25 cil 45 - 9/10 foro
TO oo 16
SA OD sclerosi nucleare
SA OX cataratta nucleare con opacità sottocapsulare post.
FO oo corioretinopatica miopica con esiti di laser terapia periferica (eseguiti circa 15 anni fa)
Ho eseguito OCT in data 23.02.2010 con esito:
OO: l'esame tomografico della regione maculare mostra la persistenza della depressione fisiologica, non segni di edema, corioretinopatica miopica.
Mi è stato consigliato dai vari dottori di attendere l'evoluzione della cataratta per poi affrontare l'intervento di sostituzione del cristallino che secondo loro sarà con il tempo necessario anche per il dx.
Nel frattempo però non riesco adeguarmi a questa nuova condizione. Infatti, anche se molto miope, fino ad una anno fà ho sempre facilmente raggiunto i 10/10 con entrambi gli occhi.
Ad oggi invece, anche per l'iniziale e fisiologica presbiobia, con l'occhio sx non vedo bene nè da vicino seppur con l'ausilio di occhiale per lettura), nè da lontano (con la correzione -15 vedo 4-5/10 a mala pena e una correzione più forte non la tollero - anche se durante la visita l'oculista mi ha fatto vedere 9/10 con il foro!!!!!)
Ho come la sensazione che, vista la gravità del mio difetto mi debba accontante di questa situazione per interventire solo quando sarà così compromessa da non avere niente da perdere.....
Vi ringranzio anticipatamente per l'attenzione che vorrete prestare alla mia richiesta e mi scuso per gli eventuali errori.


[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
4% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, se la cataratta è invalidante per la qualità della vita, è bene pensare seriamente di operarla a maggior ragione a 43 anni. Semmai dovrà valutare con il suo oculista l'opportunità di operare entrambi gli occhi per risolvere anche il problema della gradazione miopica, inoltre è consigliabile fare uno studio approfondito della retina e della base vitreale nel caso in cui fosse più prudente intervenire prima della cataratta con un cerchiaggio sclerale preventivo (per rinforzare la retina), ma tutte queste valutazioni potrà farle con il chirurgo che eventualmente dovrà operarla.
La saluto cordialmente
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta velocissima e volevo chiederLe se può consigliarmi a chi potermi rivolgere nella mia zona (Marche) per valutare l'opportunità dell'intervento.
Cordiali saluti