Utente 489XXX
Buongiorno,
sei giorni fa mi sono abrasa un ginocchio contro uno spigolo di cemento all'aperto; non potevo disinfettarlo, dopo mezz'ora ho lavato la ferita con l'acqua corrente e poi non ci ho pensato più.
Ora vi è una crosta (circa cm 3 x 1) scura e asciutta, che però mi brucia moltissimo, tanto che stanotte - svegliatami per il dolore - ho cercato un po' in rete... trovando subito notizie sul tetano, cui non avevo pensato affatto e contro il quale non so se sono mai stata vaccinata (sono del 1963).
Posso fare qualcosa a distanza di sei giorni?
Rimuovo la crosta e, tardivamente, disinfetto (ditemi di no!)?
Posso ancora praticare un siero o vaccino antitetanico o è troppo tardi?
Grazie...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
I sintomi dell'infezione tetanica non sono certo quelli che lei ha descritto, e comunque ormai sarebbe tardi per porvi rimedio. Piuttosto e' possibile che la ferita si sia infettata a causa di altri germi comuni: se e' rossa, calda e dolente le probabilita' ci sarebbero. Conviene allora farsi vedere dal suo Medico, eseguire eventualmente con lui la prima medicazione e nei giorni successivi procedere seguendo i suoi consigli.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 489XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio, farò così.
Comunque ho capito che per il futuro sarebbe il caso di vaccinarsi...!
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Beh, ovvio... Quella rimane comunque la scelta migliore!
Cordiali saluti