Utente 268XXX
Sono alto m. 1,71 peso Kg. 67 corporatura minuta, pressione arteriosa a riposo 70/80 - 110/120, battiti al minuto 60/70, non Fumatore, non dedito ad Alcool, non Diabetico, valori colesterolo e trigliceredi nella norma, leggera attività fisica (lunghe camminate).
In un recente Ecocardiogramma Trans-esofageo è stato evidenziato:
MITRALE = Indenne, VALVOLA AORTICA = Tricuspide indenne, AORTA TORACICA = Calibro ectasico a livello del bulbo (4,0 cm) con tratto acendente ed arco ai limiti superiori della norma (3.1 e 2.6 cm rispettivamente), ATRIO SINISTRO = Normale, SETTO INTERATRIALE = Privo di soluzioni di continuità, FLUSSIMETRIA DOPPLER e COLOR DOPPLER: MITRALE = Minimo rigurgito contrale, AORTA = Minimo rigurgito da fissurazione della cuspide non coronarica.
CONCLUSIONI = Ectasia del Bulbo Aortico ed Insufficienza Aortica Minima. ELETTROCARDIOGRAMMA A RIPOSO = Normale, ELETTROCARDIOGRAMMA DA SFORZO = Negativo per ridotta riserva coronarica, RADIOGRAFIA TORACICA BARITATA IN 2 PROIEZIONI = Ombra cardiaca nella norma.
Sono un po' preoccupato per la ectasia del Bulbo e le dimensioni dell'Aorta ascendente ed arco (ma quali sono gli standard di tali misure compreso il bulbo?).
Quale terapia dovrei seguire? quali precauzioni? Quale stile di vita dovrei adottare? Quali sono i rischi a cui vado incontro? Le insufficienze aortica e mitralica sono preoccupanti?
Inoltre sono affetto da Roncopatia, può ciò aggravare le cose?
p.s. non sono affetto dalla sindrome di Marfan.
Grazie molto della risposta.
Ivan.
[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2004
i valori di aorta al bulbo e a livello ascendente ed arco mi sembrano nei limiti per la sua età (44 aa). Essendo normoteso e non avendo una sindrome di Marfan la situazione non mi pare desti particolare preoccupazione. La fissurazione della valvola aortica mi pare invece più degna di considerazione: ha avuto per caso infezioni in passato? In caso positivo è importante tenere sotto controllo questo aspetto e fare una profilassi antibiotica in caso di estrazioni dentarie o prcedure chirurgiche.

cordialmente

Dr GM Actis Dato
cardiochirurgia
Molinette di Torino