Utente 171XXX
Gentilissimi dottori,

sono un ragazzo di 32 anni e da quando ho iniziato la mia vita sessuale ho quasi sempre avuto problemi di eiaculazione precoce. Credo di avere una forma anche se leggera di fimosi in erezione, vorrei sapere se potrebbe essere anche questa una delle cause. Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
A volte una modesta fimosi come un frenulo breve possono contribuire ad accelerare il riflesso eiaculatorio. Le consiglio una visita andrologica.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,la eiaculazione precoce e' un disagio sessuale molto diffuso e,spesso,sottovalutato in quanto non si sa dove far riferimento per il trattamento.Consulti un esperto andrologo che Le chiarira' il possibile nesso tra la EP e la fimosi.Cordialita'.
[#3] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Una visita specialistica è quella che ci vuole.
Grazie per il servizio.
[#4] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente

associandomi a quanto detto dai colleghi che mi hanno preceduto le consiglio, prima di recarsi da un andrologo, di compilare questo semplice questionario che può farci capire se realmente lei soffre di EP.

http://www.studiourologicogallo.it/questionari/Questionario_per_la_valutazione_dell_eiaculazione_precoce.pdf

inoltre le consiglio questa lettura

http://www.studiourologicogallo.it/eiaculazione_precoce.php

[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente, dopo un'accurata valutazione andrologica, le suggerirei una consulenza psico-sessuologica, al fine di decondizionare i tempi del riflesso eiaculatorio e fare chiarezza sui meccanismi sottostanti la sfera della sessualità.
L’aspetto diagnostico dell’eiaculazione precoce, è estremamente complesso,sia per quel che riguarda la riluttanza e riservatezza del paziente e della coppia nell’esporre le proprie difficoltà, che per quell’aspetto di soggettività che riguarda l’esperienza di precocità.
E’ indispensabile,ai fini diagnostici,investigare il tempo oggettivo dell’eiaculazione ,il tempo di latenza dell’eiaculazione intra-vaginale( due o tre spinte o,fuori dall’ambito vaginale),l’esperienza soggettiva della capacità di controllo,di soddisfazione del paziente e della partner e la variabile associata alla preoccupazione ed ansia ed alle dinamiche della relazione in cui si manifesta.
Per quanto riguarda le cause, in ambito sessuologico, si parla di multifattorialità ,vi sono diverse cause,a vari livelli(personali,di coppia,iatrogeni, da cattivo apprendimento sessuale,generali,psicologici,intrapsichici),che interagendo tra di loro,producono e mantengono il disturbo clinico.
L'andrologo la indirizzerà al meglio.
Auguri