Utente 169XXX
Gentili dottori,
Vi scrivo per un problema che da circa un mese mi affligge.Ho 24 ancora da compiere,soffro di endometriosi e circa 6 mesi fa sono stata operata.Mi è stata segnata la pillola anticoncezionale,che ho regolarmente preso per due mesi fino a quando,a inizio agosto,una sera,dopo un brusco risveglio da un pisolino,ho avuto un rialzo della pressione sia massima che minima,battito a 130 e stato confusionale con vista alterata,paralisi facciale e tremori.Una volta arrivata al pronto soccorso,poichè i valori della pressione si erano stabilizzati,sono stata mandata a casa con l'ordine di sospendere la terapia ormonale e di stare calma perchè a detta dei medici era stato uno sbalzo dovuto agli ormoni.Ora il mio problema sta nel fatto che anche dopo aver sospeso la pillola,dopo un mese questi "attacchi"(non so come chiamarli)continuano,la tachicardia arriva pure a 150,la pressione a volte si attesta sui 140/100,per poi normalizzarsi dopo pochi minuti.Calcolate che generalmente soffro di ipotensione,e vedere la minima a 100 mi fa adare nel panico più totale...non nego che ho il terrore che mi venga un ictus,un'ischemia o qualcosa del genere,visto che i miei genitori sono ipertesi e mia madre ha avuto un'ischemia cardiaca transitoria alcuni anni fa.Sono confusa e spaventata,questi eventi spiacevoli si verificano,ho potuto notare,sempre dopo un'ora,un'ora e mezza dal momento in cui chiudo gli occhi per dormire,e quasi sempre di notte,tranne due volte di pomeriggio sempre dopo un'oretta di sonno.Il medico di famiglia mi ha rassicurato dicendomi che sono troppo giovane per avere problemi gravi e che il tutto è da imputare all'ansia,che,ahimè,mi accompagna sempre e spesso si scatena con attacchi di panico notturni dai tempi del liceo...il mio dubbio è:queste strane cose che mi succedono sono anch'esse attacchi di panico o c'è qualcosa di più sotto?Se è panico,è normale che si alzi la pressione alla mia età?E' normale vederci male,avere la testa che scoppia,gli arti formicolanti,oppressione toracica con dispnea e il cuore che sembra voglia uscire dalla cassa toracica?Non voglio tediarvi con i miei lambiccamenti mentali,ma Vi prego,aiutatemi,non dormo bene da un mese,ho paura di riposarmi e addormentarmi,in quegli attimi sono convinta di dover morire,e anche il resto della giornata è occupata dal pensiero di quello che mi può accadere e,che di fatto,accade quasi ogni notte.Mi consigliate degli esami da fare?L'ECG e l'rx toracica erano a posto 6 mesi fa al momento dell'intervento.Ormai non vivo più tranquillamente,sono disperata...
Grazie in anticipo per la cortese attenzione che mi dedicherete.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Beh sicuramente una componente ansiosa ci sara' pur ma se è certa che la sua frequenza cardiaca sale fino a 150 battiti al minuto, è opportuno che lei esegua una registrazione delle 24 ore dell ECG con un HOLTER CARDIACO. Fatto questo, documentato nero su bianco ciò che realmente accade, potremo parlarne con ragionevolezza. Cordialità .. Cecchini
[#2] dopo  


dal 2012
Grazie della risposta!
Provvederò a fare un holter allora...ma secondo Lei cosa potrebbe uscire da questo esame?Qualcosa di grave?Si avvicina un'altra nottata ed io ho un terrore indescrivibile...Ho così paura in questo periodo che non riesco nemmeno a mangiare e respirare bene,mi sento un peso sul petto e non ho la forza di ingoiare il cibo,anche se suppongo che sia l'ansia a darmi questi sintomi...Insomma,ho la sgradevole sensazione di avere mille malattie gravi tutte insieme,che vanno dal reflusso,al problema cardiaco,alla gastrite,all'ictus e miliardi di altre patologie...sono paranoica,me ne rendo perfettamente conto,e di questo mi scuso umilmente con Lei...
Distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non si scusi affatto. Piuttosto chieda aiuto anche al suo Medico, intanto un Po di terapia ansiolitica penso che non le faccia male. Cordiali saluti . Cecchini
[#4] dopo  


dal 2012
Buongiorno,
vorrei segnalare alcune "variazioni" del fenomeno che ho avuto negli ultimi due giorni.Purtroppo gli attacchi continuano,ma,con mio stupore,gli ultimi due episodi si sono verificati in maniera un pò diversa,magari non sarà importante a fini diagnostici,ma non si sa mai,meglio dire tutto...Il fatto si è verificato sempre di notte,solo che stavolta a 5/6 ore di distanza dal momento in cui ho preso sonno,e non dopo un'oretta come al solito!E poi ho potuto notare che non mi sono svegliata di botto già con la tachicardia in corso come le altre volte,ma nei primi minuti ero apparentemente tranquilla,solo che dopo ho avuto una sgradevole sensazione di inquietudine e confusione,che è culminata con i soliti sintomi...La pressione l'altra notte era 122/83 battito 123(ma non riesco mai a misurarla sul momento,in genere passano almeno cinque minuti e ho paura che in realtà sia più alta appena mi sveglio) e come sempre dopo pochissimo si abbassa e torna nei miei valori normali.Stanotte invece non l'ho misurata per non cadere vittima della paura e dell'ossessione,sto cercando di tenerla sotto controllo più che altro durante la giornata,e vedo che è la mia solita pressione medio bassa(quando sono nervosa e/o ansiosa c'è un leggero rialzo ma sempre nella norma).
Conto sicuramente di fare l'holter in tempi brevi(spero!),ma non posso fare a meno di chiedermi:com'è possibile stare così alla mia età,e sentirsi morire ogni santa notte?Può l'ansia avere questo potere sul corpo umano?E perchè il tutto è nato durante l'assunzione della pillola?Mi avevano detto che era stato lo sbalzo ormonale,ma ormai è un mese che non la prendo!Forse devo ancora smaltire il medicinale?Mah,non so più che pensare,per gli esami specialistici ci vorrà un pò di tempo,e per adesso brancolo nel buio...
Infine(chiedo scusa per il poema epico!)vorrei segnalare che mia madre,a detta del cardiologo,soffre di ipertensione di origine ansiosa,e che l'ischemia le è venuta per non aver curato la pressione durante la premenopausa(ora,naturalmente,prende due pillole al giorno,ma i suoi valori sono sempre bassi tranne quando è sotto stress).
Distinti saluti e grazie a chi avrà la bontà e la pazienza di rispondermi!
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno, io sinceramente penso che lei abbia necessita' di uno specialista per risolverle il problema dell'ansia, degli attacchi panico (pavor nocturnus), perche' questa situazione le sta riducendo significativamente la qualita' di vita. Stia certa che in poco tempo, dopo idonea terapia, la sua vita tornera' normale, come deve essere in una giovane donna come lei. Molti cordiali saluti
[#6] dopo  


dal 2012
Gentile Dottore,
Lei non ha idea di quanto mi abbiano rassicurato le sue parole!Per scrupolo farò tutti gli esami del caso ma,come dice Lei,effettivamente qui il vero problema è l'ansia che mi consuma con tutte le conseguenti somatizzazioni...Spero davvero di debellare o quantomeno ridurre sensibilmente il panico per veder sparire la tachicardia e i rialzi pressori,e ricominciare a vivere normalmente e serenamente sia nelle ore diurne che in quelle notturne.
Grazie ancora,
distinti saluti.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
ce la fara' di sicuro. senza alcuna ombra di dubbio.