Utente 409XXX
In seguito ad un incidente stradale, verificatosi il 24/7/07, al Pronto Soccorso mi hanno diagnosticato un "trauma toracico chiuso con frattura dello sterno". Poiche' però lamentavo anche un dolore non intenso al fianco destro, sono stato sottoposto anche a RTG addome superiore nel cui referto si legge: "Non sono evidenti lesioni di tipo postraumatico degli organi parenchimatosi addominali. Il fegato presenta ecostruttura iperecogena di tipo steatosico; in corrispondenza del VII segmento epatico è presente una formazione ovalare tenuemente ipoecogena, di circa 1,5 cm di diametro, sul cui significato non è possibile esprimersi (angioma?). Utile completamento diagnostico. Non evidente versamento addominale e pelvico."
Poichè avevo eseguito lo stesso tipo di esame nel marzo del 2004, che non aveva evidenziato nulla di simile ("Fegato: dimensioni nella norma; margini regolari; ecostruttura modestamente iperecogena; vie biliari intraepatiche non dilatate; asse splenoportale regolare.") vi chiedo: non è possibile che la formazione ovalare ora riscontrata sia una conseguenza dell'incidente? Se sì, di che cosa si tratta? Invece, nel caso sia effettivamente un angioma, è normale che abbia raggiunto le non piccole (credo) dimensioni di 1,5 cm in poco più di 3 anni? Potrebbe trattarsi di qualcosa di più grave? Quali altri accertamenti dovrei eseguire? Preciso che non bevo, non fumo e seguo un regime alimetare piuttosto sobrio, ma non svolgo alcun tipo di attività fisica. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Battista Fonsi
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
gentile Sig.Michele
4 giorni fa lei ha avuto un incidente stradale con frattura composta dello sterno; intanto gradirei sapere se le e' stato eseguito un ecocardiogramma ed un monitoraggio degli enzimi cardiaci.
Una frattura sternale e' sempre indice di un trauma di alta intensita'.

Per quanto riguarda la formazione ovalare "ipoecogena" del VII segmento in un quadro di steatosi epatica (di 1°, 2° 3° grado ?)le consiglio di eseguire al piu presto uletriori controlli. Intanto non credo che questo nodulo sia correlato al trauma, ritengo pure non probabile la diagnosi di "angioma". Spesso gli angiomi appaiono "iperecogeni".
Le consiglio una visita chirurgica o gastroenterologica per la possibilita di approfondire mediante TC ed eventuale colonscopia e/o gastroscopia oltre che l'esecuzione di esami ematici specifici.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2007
Innanzi tutto ringrazio il dr. Fonsi per aver risposto al mio quesito.
Quanto agli esami ed accertamenti eseguiti al Pronto Soccorso, sono i seguenti: RADIOGRAFIA EMICOSTATO DX; RADIOGRAFIA TORACE; RADIOGRAFIA STERNO; TAC TORACE; TAC ADDOME; ECOGRAFIA ADDOME. Inoltre mi è stata misurata la pressione (125/80) e rilevato il valore di saturimetria (98).
Niente altro.
Devo allarmarmi?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Battista Fonsi
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Gentile Utente
Nessun allarme in atto. Solo prevenzione.
Le cosglio di esegurie un ecocardiogramma di controllo per escludere versamento pericardico post-trauma.
Inoltre una ecografia epatobiliare entro un 1-2 mesi(da far eseguire possibilmente dallo stesso medico dell'ospedale dove e' stato ricoverato in quanto l'ecografia e' operatore dipendente) per il monitoraggio della formazione "ipoecogena".

Cordiali saluti ed auguri per la guarugione.