Utente 170XXX
Gentile dottore,
sono stato con una prostituta e alla fine del rapporto mi sono sfilato il preservativo con le mani nude. Il preservativo aveva su di se le secrezioni vaginali della donna(e questo è ovvio) e anche una traccia di sangue forse dovuta ad un inizio o fine di ciclo mestruale. Dopo con le mani così unte di secrezioni e sangue mi sono toccato il pene per richiuder il glande all'interno del prepuzio. Sono tornato a casa per lavarmi dopo mezz'ora. Posso essermi infettato di Hiv e/o Hcv in tal modo?
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

che dirle, in teoria il contatto fra secreto vaginale sanguinolento e glande può causare contagio di malattie sessuali;
in pratica, però, il fatto che il glande sia stato protetto dal profilattico, che ha evitato, quindi, un suo sfregamento eccessivo in vagina, riducendone i microtraumatismi, sicuramente può avere ridotto di molto anche il rischio di contagio.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Quindi se il glande era integro, senza lesioni, non dovrei aver corso rischi?grazie
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
sì, è proprio così
[#4] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Dottore ho fatto un esame che si chiama Hiv Rna Quantitativo al 20° giorno+12 ore dall'episodio a rischio, risultato: HIV RNA(P.C.R.) < 20 cp/ml. Cosa vuol dire? E che significa "cp"? Devo comunque fare il diverso esame per la ricerca degli anticorpi a 3 e a 6 mesi? Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
cp è l'abbreviazione dell'inglese "copy", sta per copia, trascrizione, riproduzione
plurale = copies
è una unità di misura della replicazione virale e fornisce una valutazione diretta della viremia

i test meno recenti dell'RNA plasmatico hanno un limite di 400 copies/ml nel senso che riescono ad evidenziare il virus solo se il numero di copie supera i 400 per millilitro di siero

i test più recenti hanno un limite di 20-50 copies/ml
perciò, un numero di "copies" inferiori a 20 per ml esprime un risultato negativo

considerando il periodo-finestra, una sicurezza al 100% viene data dal test a 90 giorni
[#6] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Ci sono dei test, noti con l'acronimo NAT (Nucleic Acid Test), in grado di evidenziare direttamente la presenza di materiale genetico del virus, come HIV-RNA o HIV-DNA, nel sangue, mediante tecniche in grado di moltiplicare (amplificare) anche quantità estremamente piccole di tale materiale per poi identificarlo e quantificarlo. Una di queste tecniche, usata molto spesso, è nota come PCR (Polymerase Chain Reaction o reazione a catena della polimerasi). Esistono due tipi di test PCR per l'HIV: la PCR quantitativa, per misurare la viremia o carica virale, cioè per misurare quante copie virali ci sono nell'unità di volume di sangue, e la PCR qualitativa che, invece, si limita soltanto a rilevare la presenza del materiale genetico del virus. Anche se quest'ultimo test, rispetto al primo, non opera una quantificazione, in caso di possibile esposizione all'HIV, per stabilire se sia avvenuto il contagio, si preferisce utilizzare la PCR qualitativa, poiché quella quantitativa, a volte, dà luogo a false positività, per cui è meglio utilizzarla solo in caso di contagio già precedentemente accertato. Occorre inoltre notare che, mentre con la PCR qualitativa si può identificare o l'HIV-DNA provirale o HIV-RNA virale, la PCR quantitativa determina il numero di copie per unità di volume di HIV-RNA.

Secondo i CDC di Atlanta e secondo la FDA, con la PCR qualitativa, ed in generale con i test di tipo NAT, la durata media del periodo finestra si riduce a 12 giorni, fonti 1 2.

Inoltre, secondo quanto si ritiene, un risultato negativo della PCR qualitativa dopo 28 giorni ha un'attendibilità superiore al 99% ed è considerato dalla grande maggioranza dei medici già attendibile molto prima (15-20 giorni dopo l'evento a rischio). Tuttavia, SOLO PER PRECAUZIONE, si consiglia ugualmente il test ELISA dopo 3-6 mesi.
[#7] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
attualmente, se si tratta di tests di ultima generazione (IV) la raccomandazione ancora prevalente è
- un test a 30 giorni (che dà una sicurezza del 95-97%)
- e un test a 90 giorni (che completa la sicurezza del 100%)
[#8] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Ma un risultato negativo dell'Hiv Rna Quantitativo a 20 giorni+12 ore dal rapporto a rischio dovrebbe farmi sperare in un risultato negativo anche del test per la ricerca degli anticorpi? Quanto è attendibile il test che ho eseguito?
[#9] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
considerando il basso rischio da lei corso, secondo me tale test fa ottimamente sperare
[#10] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore,
ho fatto il test anti Hiv 1/2 a 61 giorni dal rapporto a rischio. Esito negativo. Nome del test: Elfa. Il biologo del laboratorio privato presso cui l'ho fatto mi ha detto che hanno ricercato anche l'antigene P24.
Sapete dirmi se l'Elfa è un buon test e quando può considerarsi attendibile? Inoltre è vero che tale antigene vale solo per l'Hiv1 e che dopo 6 settimane si negativizza? Quindi io che ho fatto il test a più di 6 settimane potrei essere infetto anche se l'antigene è negativo? Grazie ancora per l'attenzione.
[#11] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
il test riguarda sia HIV1 che HIV2

per effetto del periodo-finestra del virus, solo un test negativo a 90 giorni dà la certezza di non avvenuta infezione
[#12] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Dottore le chiedo se il test ELFA che ho eseguito sia un buon test e se sia un test di ultima generazione.

Inoltre l'ho eseguito in un laboratorio privato. E' per questo meno attendibile di un test eseguito in ospedale? E' anch'esso definitivo a 3 mesi?

Grazie.
[#13] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
sì, è un buon test e 90 giorni è definitivo
[#14] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Dottore è certo che il test anti Hiv 1/2 sia definitivo a 3 mesi? Da quanto dice il seguente link del sito del Ministero della Salute sembra che il periodo finestra dipenda dal tipo di test utilizzato in laboratorio.

http://www.salute.gov.it/hiv/paginaDettaglioHiv.jsp?id=185&menu=test

Quindi lei ad ogni utente/paziente che le chiede informazioni sulla definitività del test dovrebbe chiedergli, prima di dare una risposta, che tipo di test ha fatto o intende fare. E' così?
[#15] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Ho chiesto all'infettivologo dell'ospedale del mio paese informazioni sul periodo finestra e mi ha detto che lui continua a far fare il test anche a 6 mesi perchè si potrebbe essere contagiati da una bassa carica virale che non fa subito produrre anticorpi in quantità sufficienti da poter essere rilevati.
[#16] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Dottore ho chiesto all'infettivologo dell'ospedale del mio paese informazioni sul periodo finestra e mi ha detto che lui continua a far fare il test anche a 6 mesi perchè si potrebbe essere contagiati da una bassa carica virale che non fa subito produrre anticorpi in quantità sufficienti da poter essere rilevati. Di chi devo fidarmi?

Inoltre lei ha detto che il test è di IV generazione, è definitivo a 3 mesi.
Quello che ho fatto io, ELFA, è di III generazione. Quindi quando è definitivo?
[#17] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
secondo me si sta facendo inutili problemi
perché il rischio da lei corso è stato basso

la negatività del test ai 90 giorni è sufficiente
ma se deve vivere nella paura che non lo sia, faccia pure quello ai 6 mesi
[#18] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Salve dott. Corcelli,
ho eseguito un test di 3° generazione chemiluminescenza potenziata a 113 giorni dall'ultimo rapporto. Esito : Non rilevato, Valore di riferimento : Non rilevato.

Sono fuori pericolo?
[#19] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
se "non rilevato" significa "negativo" (chieda al laboratorio), certamente può stare tranquillo.

Buona giornata.
[#20] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi dottore, ho letto male il referto. C'è scritto Hiv 1/2 NON REATTIVO e mi hanno detto in laboratorio che significa che il test è negativo.

Quindi posso stare tranquillo o devo ancora ripeterlo?

Riguardo al tipo di test utilizzato che mi sa dire? E' certo della sua definitività a 113 giorni?

Grazie.
[#21] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
tranquillo, il test è definitivo

Buona serata