Utente 368XXX
Salve,
vi espongo il mio problema, soffro di ipersensibilità del pene da sempre, causata a quanto pare da un mancato scoprimento del glande fino all'età di 19 anni. Andai a visitarmi da un urologo, che mi ravvisò l'ipersensibilità, e mi prescrisse un detergente, rassicurandomi e facendomi capire che era un problema di lieve entità. Inutile dirvi che a distanza di 6anni, non ho ancora risolto il problema. Oggi riesco a scoprire con una certa facilità il pene quando non è in erezione, e a detergerlo regolarmente (prima mi veniva molto difficile). Tuttavia, faccio molta, molta fatica
a scoprire il pene quando è in erezione, sembra quasi che la circonferenza del prepuzio non sia sufficientemente larga, il glande sembra "soffocato" e si arrossa.

Inoltre, l'ipersensibilità aumenta notevolmente, e lo sfregamento del glande mi causa dolori insopportabili tali da impedirmi qualsiasi
tipo di rapporto.

Per peggiorare la situazione, soffro anche di una leggera curvatura del pene verso sinistra, feci controllare anche quella, e mi venne detto che era una curvatura tollerabile e che non richiedeva nessun tipo di intervento. A mio modesto modo di valutare, in aggiunta ai problemi esposti precedentemente, sicuramente non mi facilita le cose.

Vorrei tanto risolvere questo problema, nel più veloce ed efficiente dei modi, potete immaginare quali siano le problematiche a cui si può andare incontro.

Come pensate mi debba muovere nel mio caso specifico?


Inoltre, altro problema, risiedo a Roma da 7 mesi, non ho un medico di fiducia in città e vorrei tanto conoscere un buon andrologo,non ho nessun punto di riferimento e causa lavoro, non ho modo di spostarmi da qui.Se aveste idea di come possa muovermi per trovare un bravo
andrologo, sarebbe molto gradita.

Cordiali Saluti, complimenti per il forum e l'aiuto che date ogni giorno.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
http://www.andrologiaitaliana.it/portal/modules.php?name=Mappa
Si colleghi al sito SIA e ricerchi la soluzione. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2007
Salve,
grazie mille per la info, mi sarà molto utile.

Gradirei, anche e soprattutto, avere un parere medico in merito al problema fisico descritto.

Cosa mi consigliate di fare? Quali sono le possibili soluzioni al problema?

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
dalla descrizione sembrerebbe una fimosi ma senza una valutazione obiettiva è difficile dirlo
[#4] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2007
Salve,
mi scuso, ma potrebbe essere più chiaro? Cosa s'intende per fimosi e quali sono le possibili cure? I tempi di guarigione?

Se non dovesse essere fimosi, a cos'altro si potrebbero attribuire i problemi (e quali le cure) che rientrano nella mia casistica?

Mi consigliate quindi una visita da un andrologo (chiedo in quanto in alcuni casi ho sentito che è bene prima fare una visita dal dermatologo).

Grazie
[#5] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2007
Salve,
ho atteso sperando in qualche intervento in più. Nessuno mi può dare qualche consiglio/delucidazione in più in merito al mio caso?
[#6] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2007
nessuno può darmi qualche info più specifica al mio problema? Posso fornire anche delle foto se è necessario.

Spero in qualche intervento in più.

Saluti
[#7] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2007
Salve,
nella speranza che qualcuno prima o poi mi risponda, posto quelle che sono state le osservazioni dell'andrologo che mi ha visitato in data odierna.

Mi è stata diagnosticata una Subfimosi ed un problema di frenulo corto.

Quando ho parlato del problema di ipersensibilità, il medico ha pensato ad un problema di eiaculazione precoce.

Era abbastanza stranito quando invece gli ho riferito che il problema consisteva soprattutto nel fatto che il glande mi facesse molto male al solo strofinio. Sembrava quasi che l'avesse sentito per la prima volta.

Inutile esprimere il mio scoraggiamento derivante dal cercare risposte senza ottenere risultati.

Alla fine della visita mi ha prescritto un intervento di circoncisione (che mi aspettavo) e solo sotto mia insistenza si è interessato di prescrivermi qualcosa per il dolore al glande, che non so come mai, viene sempre valutato come un problema minore, quando per me è un problema serio.
Mi è stato prescritto un anestetico l'EMLA, ma a questo punto non so se è quello che mi serve, qualcuno potrebbe dirmi se l'analisi sembra essere coerente o meno con il mio problema?

Spero in qualche intervento, grazie.