Utente 270XXX
Buongiorno,
Spero possiate aiutarmi ha nel mio problema.
Sono circa 4 mesi che sono "afflitto" da un prurito costante nella parte pubica-genitale. All'inizio pensavo si trattasse di "candida" visto che la mia ragazza aveva appena finito una cura. Ma in realtà, parlando con la sua ginecologa,mi disse che si trattava di qualcos'altro. Mi sono rivolto a un dermatologo. Dopo una sua attenta analisi mi disse che con "probabilità" avevo dei "pidocchi" trasmessi per via sessuale. In realtà sono 3 anni che ho rapporti solo con la mia ragazza. Lei non ha nessun sintomo. Mi prescrisse una cura a base di Mylice per 3 giorni e un talco (non ricordo il nome)da mettere la mattina. Fatto la cura ma non è cambiato assolutamente nulla. Il prurito non è costante. Ha volte non c'è proprio. Ma se inizia è difficilissimo evitarsi di grattare. cerco sempre di non farlo e di lavarmi la zona con un sapone acido adatto. Il sollievo c'è. Due considerazioni. La prima è se uso acqua caldissima il prurito aumenta. La seconda è quella che quando c'è il prurito lo "scroto" diventa rigido e si formano tipo striscie di "solchi". Di notte il prurito aumenta. Non sono allergico a nulla. Le analisi sono buone (sono un donatore). Tra dicembre e febbraio ho utilizzato una pomata (travocort) per una fastidiosa dermatite alle mani (ricomparsa dopo anni). Penso di andare da un altro dermatologo ma prima.... Cosa mi consigliate?

Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità e gentilezza.

Emiliano

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Potrebbe trattarsi di una dermatite da acari oppure un'allergia da contatto.Se ha gia' escluso l'ipotesiu di un infezione esegua i patch test serie girdca(Prove allergiche per allergie da contatto) e dosi nel sangue le ige totali ed i rast .
saluti