Utente 172XXX
Gentilissimi Medici, nell'anno 2004 ho subito un intervento di corporoplastica per una curvatura sx del pene che mi procurava forti dolori nell'erezione e grandi difficoltà di penetrazione durante i rapporti sessuali. La degenza in ospedale nei giorni seguenti purtroppo è stata molto dolorosa a causa delle ferite e delle inevitabili erezioni durante il sonno che non potevo di certo controllare. Durante la mia permanenza in ospedale e nei giorni di convalescenza a casa mi è stato prescritto un comune anti infiammatorio e una cura antibiotica, i punti di sutura si rimossero da soli nel tempo di 30 gg circa.
A oggi i miei problemi sono presenti poiché la curvatura persiste e mi causa difficoltà e dolore nei rapporti sessuali e in corrispondenza del taglio dei corpi cavernosi (spero di non sbagliare) mi si è formato un grosso bozzo (non saprei come altro definirlo) che mi procura iper sensibilità e dolore durante i rapporti e mentre il pene è a riposo.
Vorrei chiedere, è necessario intervenire nuovamente? Io vorrei evitare un ulteriore intervento non avendo un buon ricordo del precedente e sopratutto non ho possibilità economiche sufficienti a gestire le spese di un consulto medico privato e un eventuale intervento in una clinica.
Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,come si fa a rispondere ad un quesito cosi' specifico senza poter osservare direttamente?Cosa ha detto il chirurgo operatore?Le struttture pubbliche,particolarmente in Toscana,offrono ampie garanzie,per cui,non essendo un problema con le carateristiche dll'urgenza,attenda una nova visita specialistica e ci aggiorni in merito.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Ringrazio. Il Chirurgo che ha operato, nonostante io facessi notare che a mio avviso l'intervento non fosse andato come pensassi, mi ha fatto presente che col tempo si sarebbe risolto tutto e che non avrei avuto problemi! Sono passati 7 anni e francamente dubito che il problema si risolva col tempo (pur non essendo un medico chirurgo).
Il mio intervento è stato eseguito in una clinica (non so se sia privata) della provincia di Cagliari, vivendo ora in Toscana e non avendo tempo per motivi di lavoro, mi riesce molto difficile farmi visitare da quel medico e se devo essere franco mi rivolgerei a tutti tranne che a lui, poichè purtroppo i medici di qualunque "area" creano diversi dubbi, paure e perplessità.
Sarà di certo mia premura rivolgermi ad un medico specialista per analizzare il mio caso.
Ringrazio nuovamente.