Utente 172XXX
Gentile dottore,
vorrei chiederle un chiarimento in merito ad un mio problema. Ho 20 anni e ho il problema delle smagliature. Nonostante siano abbastanza datate, fortunatamente le mie smagliature non presentano i caratteristici "solchi": quindi la supeficie cutanea è discretamente regolare. Ciò che quindi rende visibili le mie smaglaiture è solo la differenza di colorazione tra la pelle circostante e le smaglaiture stesse. Pertanto vorrei sapere se esisitono delle tecniche di "camouflage" in grado di risolvere il mio problema. Se tale soluzione dovesse risultare inesistente o nonpraticabile ,le chiedo cortesemente di indicarmi ultieriori rimedi, sulla scorta delle informazioni fornite. La ringrazio anticipatamente!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,
le smagliature, dette più propriamente "strie atrofiche", rappresentano una vera e propria lacerazione superficiale del derma.
Inizialmente le smagliature sono di colore rosso-violaceo a causa della sottigliezza dell’epidermide, che mostra il reticolo venoso. In seguito le smagliature "cicatrizzano" assumendo un colore bianco perlaceo e appaiono sulla cute o leggermente scavate o talvolta con aspetto leggermente rilevato, proprio come una cicatrice.
Esistono in commercio prodotti che aiutano a risolvere l'inestetismo solo nella fase iniziale. In quella definitiva, invece, possono al massimo mimetizzarlo...ma senza risolverlo.
E' possibile intervenire su queste ultime con metodiche e tecniche ambulatoriali (dermoabrasione, peeling con TCA, infiltrazioni con sostanze bioristrutturanti, needling, laser, ...).
Cordialmente