Utente 172XXX
Buongiorno. Scrivo per chiedere una valutazione.
Uomo, 35 anni, h176cm, 63kg. No allergie. Leggera dermatite che pare psoriasi. 5km di corsa tutti i giorni.
Inizio giugno, corsa. Ritmi molto alti con ripetute. In max sforzo (185 bpm) forte fitta al petto lato sx irradiata a spalla e braccio. Lontano da tutto ho camminato fino a casa. Dopo alcune ore il dolore era calato un poco. Dolore persistente qualche giorno, pensavo muscolare.
7gg dopo insorgono fitte al fianco sx in basso, a livello delle costole fluttuanti, appare tosse secca e stizzosa. Vado al PS. RX torace, pulita. ECG nella norma e 43bpm. Esami sangue ok. No infiammazioni. Valutazioni polmonare con stetoscopio pulita. Eco-fast ed al medico pare di vedere un piccolo sversamento pleurico non rilevato in RX torace. Sospetta pleurite. Mi prescrive antinfiamm per 7gg.
Dopo 4gg sto bene, passati i dolori torno a fare una corsa di prova, durante ho sentito come “un piccolo sussulto” dietro allo sterno. Mi fermo. Dopo poco ricomincia peso allo sterno. Ricomincia il dolore al fianco sx, e tosse stizzosa. No dispnea. I dolori peggiorano nel corso del giorno ed arrivo a sera spossato. Nei 2gg seguenti noto che sdraiandomi la tosse passa subito e diminuisce il dolore al fianco, rimane forte il senso di peso allo sterno. Svegliandomi nessun sintomo, peggiorano durante il giorno. Prendo mia figlia in braccio (20kg) e la porto in casa al 3 piano, arrivo stremato e mi devo sdraiare. Stessi sintomi ma enfatizzati e con grande senso di fatica.
Vado PS. RX torace pulita, esami del sangue puliti, ECG nella norma. No pleurite. Eco-cardio ok.
Day-hospital ed esami. Altro eco-cardio ok. Esami del sangue ok, no infiammazioni. Otorino ok. Urine ok. Prova da sforzo ok. TAC torace pulita. EGDS, ulcera duodenale 7mm, duodenite ma no Helicobacter. Forse per antinfiammatori e stress. Pneumolgo e spirometrie varie ok. Eco-fast polmoni ok. No pleurite. Tosse stizzosa sempre presente ma di origine ignota.
Altro ospedale ed altri medici. Sospetta sindrome di Tietze. Tosse forse per scoppio piccola cella polmonare sotto max sforzo. Il dolore allo sterno però non si acutizza al tatto, no trigger point, no ematomi, no gonfiore. Vista l’ulcera duodenale prescrivono 15gg di mezza pastiglia di cortisone.
Dopo 15gg sintomi attenuati ma non scomparsi. Un giorno il dolore al fianco sx peggiora ed alla sera si acutizza molto (quasi non riesco a guidare). Ospedale ed eco-fast ai reni, forse colica per un po’ di “renella”.
Da quel momento sto bene, totale assenza di dolori. Aspetto 15gg e faccio un giretto in bici. Tutto ok. Altro giro ok. Terzo giro con lungo percorso, sterrato e fatica. Tutto ok.
Provo una corsetta breve e lenta. Sento leggerissimo “movimento” a livello dello sterno. Il giorno dopo altra corsetta, altro fastidio dietro allo sterno.
Ricompare senso di pesantezza e tosse stizzosa. Niente dolore al fianco sinistro. Da sdraiato niente tosse, mattina ok ma peggiora durante il giorno.
Scusate sintesi. Suggerimenti?
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

ho letto con attenzione la sua storia, piuttosto articolata ma ben descritta; anche gli esami eseguiti sono stati abbastanza completi, tuttavia indagherei meglio l'aspetto cardiologico, visto che non sono stati effettuati un test da sforzo cardio-polmonare ed un ECG Holter nelle 24 ore, probabilmente utili per escludere problematiche di ridotta riserva coronarica o di aritmie cardiache parossistiche.

Cordiali saluti,

[#2] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera, grazie per la risposta.
Nei giorni seguenti al mio invio è arrivato l'esito di risonanza magnetica al rachide.
Trovata ernia C6-C7. Normale la trasmissione elettrica nelle altre vertebre (anche se fatta da sdraiato è una posizione che mi attenua i sintomi).
Difficile trovare relazioni, ma una sera il mio collo ha fatto un bel "crick" e nei 2-3 giorni seguenti sono stato abbastanza bene.
Ora di nuovo sono in fase di riacutizzazione, in certi momenti, un po' di fretta e sotto stress (stavo per perdere l'aereo e mi hanno bloccato con perquisizioni varie) mi pare di aver avuto "palpitazioni" e dopo colpi di tosse.
La cosa strana è che il senso di fastidio allo sterno la mattina al mio risveglio è totalmente assente, ma durante la giornata incrementa fino a lasciarmi dolorante e con tosse stizzosa la sera.
Il dottore che mi segue è stimatissimo cardiologo e mi pare che siano state escluse tali cause, gli chiederò in ogni caso di Holter e aritmie parossistiche.
Qualsiasi ulteriore suggerimento è benvenuto.
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La tosse e il dolore retrosternale assieme fanno pensare ad una possibile correlazione con la sua ulcera duodenale, soprattutto vista la negatività degli altri rilievi.
Ne parli con i suoi curanti.

Cordiali saluti,