Utente 172XXX
Salve sono un ragazzo di 27 anni! da due anni a questa parte da una accellerata attività fisica che avevo (Masturbazione almeno 3 volte al giorno) adesso mantengo sempre le 3 al giorno ma con notevole difficoltà! non sento piu il bisogno di farlo e questo mi preoccupa molto sia a livello di salute che per quanto riguarda il prosieguo della mia vita!E sorta quasi immediatamente da una partita di calcio che feci appena dopo mangiato! da quel giorno e stato una tagedia!I 3 giorni succssivi a quella maledetta partita non riuscivo nemmeno a farlo indurire! con il passare di alcune settimane la cosa sembrava essersi ristabilita ma poi piano piano il desiderio e comunque calato per non dire quasi assente!Da allora ad oggi (2 Anni) oramai non mi riconosco piu come una volta e quando sto con i miei amici mi sento in imbarazzo anche perche prima condividevo bene in quello che dicevamo o facvamo.. adesso per via di questa mancanza mi sembbra che tutto sia finito!Mangiavo senza limiti! Fisicamente ho smesso di andare in palesta ma il tono muscolare e rimasto! a pallone continuo a giocare ma evito di uscire!Oltre all'acqua e al latte non ho mai bevuto nulla! mangio solo cibi sani basilari e farina senza glutine visto che sn CILIACO!Dolci NIENTE!Ho fumato un po di piu lo ammetto ma non eccssivamente anche perhce la maggior parte dlle persone che consoco non sanno nemmeno che fumo e poi ta l'altro non posso permettermelo anche perche gioco a calcio!posso solo dire con estema sicurezza che la causa fonte di questa mia disfunzione erettile e dovuta anche dal fatto che sono stato molto in collera per una ragazza che mi ha fatto letteralmente perdere la testa!Ho letto pagine e pagine di disfunzioni erettili e le cose che ho letto mi prestano parecchia preoccupazione!Non penso che la mia sia solo una situazione psicologica ma ne e stata la causa di cio!Per quello che mi e parso di capire dalle migliaia di pagine per il quale mi sono documentato e che quantomeno al mio risveglio l'erezione matutina e buona se non sufficiente o uguale a come era prima!l'unica differenza che noto e che le dimensioni del pene durante il giorno si sono un po ridotte in situazione flacida mente se raggiungo l'indurimento e uguale o costante a come era prima!Prima se vedevo una donna anche quand portavo la macchina era pericoloso perche mi distaevo! adesso non ci faccio nemmeno piu caso!veramente assurda sta cosa!non credo piu in niente e non esco nnemno piu con i miei amici con i quali ho litigato!di certo non posso parlare di queste cose con gli altri ecco perche mi sono rivolto a voi specialisti e vi prego cortesemente della vosta attenzione in riguardo alle mia situazione e al contesto in cui adesso mi tovo!Un consiglio sarebbe più che accettabile!L'idea di essere impotente a questa età mi malinconizza e non vedo via di uscita!tra pinnole, interventi chirurgici, protesi o malattie gravi mi sto spaventado a morte!Vi chiedo solo una cosa Aiutatemi!Grazie della cortese attenzione!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Da tutto quello che ci scrive l'ipotesi di una causa psicologica è da considerare ma senza una valutazione clinica diretta difficile dare un parere preciso e corretto.

Se desidera comunque avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente, anch'io propendo per la causa psicologica. E' come se, mancata l'erezione dopo la partita di calcio (può capitare per infinite ragioni), le tue emozioni (paure, timori, ansie) di non essere più "come prima" La stiano paralizzando e così mantengono il disturbo.
Lei non è diventato impotente. Soltanto, necessita di consultare uno psicoterapeuta per una diagnosi accurata e, successivamente un trattamento.

Saluti,
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
la vita sessuale non può essere quantizzata in associazione al numero di prestazioni quotidiane , nè monitorata o osservata, sono atteggiamenti mentali, che purtoppo generano e rinforzano paure e difficoltà sessuali.
Non si definisca " impotente", termine che oggi per di più, in clinica, non viene più adoperato per l'impatto assolutamente negativo che ha sulla psiche ed identità maschile,corre il rischio di identificarsi nella difficoltà sessuale, confondendo la parte( problema sessuale), con il tutto( se stesso).
Dopo un'accurata valutazione andrologica, che possa escludere cause organiche associate alla problematica in questione, le suggerirei qualche colloquio di counseling psico-sessuologico, con uno psicologo perfezionato in sessuologia clinica, riceverà elementi veritieri e fruibili, relativi alla sua vita sessuale.
Auguri.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni qui ricevute, se desidera poi ancora approfondire queste tematiche, le consiglio anche la lettura del bel libro: "Sessualità: usi e costumi degli italiani sotto le lenzuola" Casa Editrice Kimerik, scritto proprio dalla collega Randone.

Un cordiale saluto.