Utente 139XXX
Gentii Dottori,
vivo a Londra e da qualche giorno un dente che devo far curare mi faceva male, così ho deciso di prendere la rovamicina che mi sono portata dall'italia, essendo allergica alla penicillina è l'antibiotico che mi è stato prescritto e che ho preso in passato senza problemi.
Ieri mattina ho preso la terza pastiglia e nel pomeriggio ed in serata ho avuto una reazione allergica molto forte, alivello cutaneo.Schiena, pancia, braccia soprattutto l'interno, con arrossamento e prurito, quasi come se fossi stata punta da una moltitudine di insetti.
A questo punto ho deciso di prendere un antistaminico, il telfast e la reazione dopo poco ha cominciato a migliorare, stamattina mi sono rimaste delle macchie rosse, soprattutto sui due avambracci e sui polsi internamente.
Cosa mi consiglia di fare?
Torno in Italia settimana prossima e vorrei fare le prove allergiche.
E' una buona idea?
Cordiali saluti,
Chiara

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Salve.
In questi casi, prima di tutto, è necessario chiarire meglio le circostanze e farsi vedere da un medico (meglio se specialista allergologo o dermatologo) per definire di che tipo di lesioni si tratta.
Test standardizzati per la rovamicina non sono ancora disponibili.
E' possibile però - se l'allergia alla penicillina non è mai stata realmente dimostrata - cercare di capire meglio tale situazione, seppur lontana nel tempo, ed eseguire (con tutti i limiti del caso) dei test per betalattamici individuandone almeno uno che può utilizzare in caso di bisogno. Per fare ciò avrà comunque bisogno di una consulenza allergologica.
Saluti,