Utente 167XXX
Gentili MEdici io non so più che fare.
Mi sono rivolto a più dermatologi oltre che al mio urologo ma niente.
2 mesi fa ho iniziato ad avvertire bruciori sul glande e sul prepuzio esterno.
Su consiglio di un dermatologo ho usato pevaryl per 1 settimana con peggioramento della situazione. Corona violacea e glande secco.
Contemporaneamente il mio urologo mi ha diagnosticato una prostatite con annessa balanopostite. Ciproxin 1 g per 20 giorni.
A metà trattamento mi sono accorto di un bruciore sul prepuzio in corrispondenza di una macchietta di 0,5 cm (a riposo)bianca.
Sono andato al San gallicano dove non hanno riscontrato tagli o ulcerazioni.

LA pelle risulta intatta, ma il bruciore al contatto con qualsiasi cosa (slip, dito, pantaloncino) è dopo un po insopportabile.

Il trattamento antibiotico non ha dato risultati cosi ho fatto analisi.
Tampone uretrale negativo
Secreto prostatico positivo per Enterococco faecalis
Spermiocoltura positiva per enterococco faecalis e stafilococco aureo.
L' antibiogramma ha detto che sono Intermedio rispetto a ciprofloxacina e sensibile ad augmentin.
L' Urologo continua a dirmi che questa maledetta chiazza sulla punta del prepuzio è dovuta probabilmente alla stessa infezione della prostata e mi ha esortato a fare Augmentin 1 g per 15 giorni al mese per 3 mesi.

Il problema è che per me il bruciore è di tipo dermatologico.
Non posso stare seduto per un ora che il bruciore diventa insopportabile e dopo tanto tempo che tengo il dolore si infiamma anche il glande.
Quando non sto a contatto con nulla riesco a tenere l' infiammazione sotto controllo.
Ma lo sfregamento anche allo slip è un inferno.
Visto che i dermatologi mi dicono di star tranquillo e l' urologo che è prostatite io sono davvero disperato.
Il mio problema non è per il sesso che chiaramente è impensabile, ma per la vita di tutti i giorni perche il bruciore essendo sulla estremità superiore del prepuzio esterno non riesco a evitarlo. Anche le coperture si levano quando mi siedo.

NEssuno mi ha proposto analisi specifiche per la pelle mentre io vorrei sapere se ho un eritema da farmaco (pevaryl-ciproxin) o un eczema da contatto o un lichen.

Il problema è che i miei stanno impazzendo insieme a me per una cosa di mezzo centimetro che mi infiamma e mi fa bruciare tutto il pene.
Come fa una chiazzetta dolorosa (io la definisco una piaga)allo sfregamento sul prepuzio esterno e invalidante a non essere presa in considerazione neanche da dermatologi bravi?

Il mio Urologo-andrologo è bravo davvero ma io non penso che una prostatite (che curo giustamente) possa portare a un bruciore di tipo dermatologico secondo me.Se l'antibiotico è la cura giusta vuol dire che la chiazza dolente è a causa di un infezione (la stessa della prostatta. Ma come mai non si espande? Come mai mi brucia solo in quel punto?

Tutti mi hanno escluso candiA
a chi mi devo rivolgere?
Io voglio fare una biopsia. Quali altre analisi posso fare?
sono a pezzi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile signore data la complessità dei sintomi che descrive non è possibile dare alcun giudizio senza una valutazione diretta. Credo anche che il suo stato ansioso abbia la capacità .
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore,
lo stato ansioso è probabilmente giustificato da un bruciore che persiste per 20 ore al giorno in un punto delicato.
Di certo, visto che sono un normalissimo ragazzo di 30 anni che lavora e che aveva una vita normalissima, lo stato d' ansia è più che giustificato.
Poi che questo non migliori la situazione è fuor di dubbio.
Non è una polemica e mi scuso, ma vorrei far capire che non è una patologia a determinare l' inofferenza, ma solo un bruciore persistente tutto il giorno.
Vorrei solo sapere se è la stessa infezione che determina la prostatite (stafilococco aureo e enterococco faecalis) a determinare queste anomalie cutanee in un solo punto del prepuzio (oltre alla secchezza generale di glande e prepuzio) oppure se devo e posso percorrere altre strade come esami istologici tramite biopsia, striscio ecc.

Soprattutto vorrei sapere se devo passare mesi o anni cosi prima di procedere a una circoncisione a causa di solo 0.5-1 cm di pelle che mi brucia costantemente tutta la giornata a contatto con qualsiasi cosa.

[#3] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Sicuramente la sua ansia è giustificata, ma personalmente senza una valutazione diretta non posso esprimere alcun giudizio.

Cosdiali saluti