Utente 147XXX
Buongiorno, vorrei chiedere il Vostro parere in merito alla cura con isotretinoina che ho concluso all’inizio dello scorso luglio e un consulto su quella attuale.
Premetto che peso 51 kg. Ho cominciato la terapia con un dermatologo che mi prescrisse una dose di 10 mg al giorno, alzandola poi a 20 mg. Avrei dovuto proseguire e concludere la terapia allo stesso dosaggio, ma dopo aver chiesto alcuni consulti (anche qui su Medicitalia! Ma ovviamente anche consulti diretti), decisi di affidarmi ad un’altra dermatologa, che mi prescrisse 30 mg al giorno, calando poi la dose in vista del periodo estivo fino alla sospensione.
Mi spiegò che non avrei raggiunto proprio la dose cumulativa soglia, ma che ci sarei andata molto vicino. Forse sarebbe stato necessario un secondo ciclo, con la differenza che sarei partita da una pelle già buona, ma magari non ne avrei neanche avuto bisogno.
A luglio e agosto la pelle di spalle, schiena e decolletè era finalmente liscia e pulita. Meno bene il viso – comunque miglioratissimo, diciamo la verità – che aveva conservato una grana spessa, ma soprattutto tanti punti neri su naso, mento e guance.
Ora la dermatologa mi ha prescritto una crema per il viso con acido glicolico (8%) per tre mesi e mi ha precisato che prima di prescrivermi l’iso. mi farebbe provare con la pillola anticoncezionale.
E’ che con la crema da spalmare ogni sera mi sembra di essere tornata al punto di partenza, e anche la soluzione della pillola non mi sembra la migliore, visto che l’assumevo già da molto prima della terapia con iso. L’acne sul corpo cominciò a venirmi dopo più di un anno che assumevo Belara. E poi, nel momento in cui dovessi smettere la pillola sarei da capo?
Mi sembra di peggiorare rapidamente, ho impurità sotto pelle sulla fronte, brufoletti sulle guance, bolle rosse sulle tempie (per non parlare di quelle dolorose sul cuoio capelluto, che non se ne sono mai andate). Il decolletè non è più liscio, non ho i problemi estetici di prima, ma comunque sono tornate le puntine rosse e al tatto si sentono le imperfezioni.
Il fatto è che ho seguito una terapia molto discontinua. I primi mesi passava anche più di una settimana tra una scatola di iso. e l’altra, perché il dermatologo non aveva mai posto. Mi rispondeva la moglie al telefono e quando le dicevo che dovevo proseguire la cura mi diceva di non preoccuparmi, che tanto sarei stata coperta comunque anche nella settimana senza pillole. Una volta mi diede l’appuntamento addirittura tre settimane più tardi (così non ebbi più dubbi e andai dall’altra dermatologa).
Secondo Voi il basso dosaggio iniziale e la discontinuità possono aver influito sulla riuscita della cura? L’acido glicolico può essere comunque una buona soluzione? Quando lo smetterò sarò da capo?
Sono stanca, vorrei chiuderla una volta per tutte questa storia dell’acne.

Ringrazio anticipatamente per la gentile attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
anche con l'acne , come per tutte le altre malattie , occorre rigorosità.
Rigorosità nella diagnostica (esami ematochimici, ormonali, etc), rigorosità nelle terapie(che possono essere varie).
L'unico consiglio è di tornare dalla specialista di fiducia per approntare uno schema terapeutico.
L'isotretinoina è un ottimo farmaco ma richiede per essere efficace DOSAGGIO CORRETTO, TEMPI CORRETTI e CONTROLLI ACCURATI.
Ed è importante arrivare al dosaggio cumulativo adeguato.
Anche le "pillole" vanno bene quando usate per il loro scopo , coè l'effetto antiandrogenizzante (e non tutte vanno bene).
Ma concluderei ricordando che il rapporto con il terapeuta deve essere molto stretto oltrechè di fiducia.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno, mi scuso per il ritardo, non ho più avuto possibilità di connettermi.
Sono andata proprio ieri dalla dermatologa, visto che la mia pelle è peggiorata notevolmente nell'arco di due/tre settimane.
Mi ha prescritto una crema più adatta, sconsigliandomi di prendere la pillola, per vedere l'effettivo risultato dell'antibiotico topico tra due/tre mesi. In base ai risultati deciderà se farmi fare il secondo ciclo di isotretinoina.
La ringrazio per la risposta, mi rendo conto che il Suo consiglio era l'unico possibile. Ho preferito chiedere un consulto a terzi perchè ero un po' sconfortata dal rapido peggioramento.
Grazie per l'attenzione, il servizio che offrite è ottimo.
Cordiali saluti.