Utente 141XXX
Salve, io sono sempre il ragazzo ke ormai ha chiesto già diversi consulti, ma ora ne ho uno da chiedere molto importante perchè sono un bel po preoccupato.. Oltre ad avere un incurvamento ventrale, risolto con l'operazione, ho anche difficoltà a mantenere l'erezione ( probabile che tutto sia dovuto al fatto che da ragazzino avevo il vizio di accavallare le gambe sul pene, schiacciandolo un pochino?).. Il dottore mi ha detto che tra una settimana faremo il test dunamico per vedere l'afflusso del sangue, ed ha previsto un intervento per risolvere quella che secondo lui dovrebbe essere una insufficienza venosa mi pare d aver capito ( al dottore mi sono dimenticato di ricordargli il mio vizio da ragazzino a cui tutto potrebbe essere collegato secondo me).. Lui mi ha comunque detto che si può risolvere il problema anche se mi ha informato sul fatto che l'intervento è oggi soggetto a molte critiche, e guardando sui vari siti mi sono preoccupato tantissimo perchè mi pare sia un intervento con una scarsissima base di successi... Potrò avere una vita sessuale serena oppure no?? Vi prego sareste gentilissimi se mi potreste rispondere a breve, perchè davvero la cosa mi agita tantissimo... Grazie mille..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
L'intervento per correggere la fuga venosa ha risultati generalmente deludenti. Comunque aspetti l'esito dell'ecocolor-doppler dinamico al fine di comprendere meglio la situazione.

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Allora dottore se fosse così come le ho detto, quale sarebbe la soluzione? Cè comunque una qualsiasi soluzione che mi permetta però di avere rapporti soddisfacenti in futuro? Grazie mille..
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non metta il carro davanti ai buoi!

Fatto l'ecocolordoppler dinamico e poi ci riconsulti.

Poi, oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega De Siati, che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Dottor Beretta, l'articolo è molto chiaro.. mi premono solo 2 domande: 1) può confermarmi un legame tra abitudine giovanile sopra descritta, curvatura, e difficoltà di erezione? 2) anke se fosse una fuga venosa, l'intervento di chirurgia vascolare ouò risolvere il problema e permettermi comunque di avere dei rapporti ( anche se l'intervento può avere alla lunga delle recidive)? non sono sufficienti delle pastiglie, tipo viagra x capirci per il problema? Grazie mille..
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non faccia strane correlazioni e non pensi subito alle possibili terapie.

Prima bisogna fare una precisa e corretta diagnosi sulle reali cause del suo problema.
[#6] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Dottori volevo aggiornarvi sulla situazione.. Ho fatto l'ecodopler dinamico, ed il risultato è stato che non ci sono problemi nella meccanica erettile.. Tuttavia volevo chiedervi alcune cose, prima fra tutte se l'esame si è svolto correttamente.. Il dottore mi ha fatto una iniezione di prostaglandina mi pare, dicendomi che il pene doveva rimanere in erezione per un paio d'ore.. pochi minuti dopo l'iniezione ( credo 4-5) mi è venuta l'erezione ed il dottore ha verificato la situazione fino a 10 minuti, al termine dei quali ha datto che il test era terminato e che tutto eraa posto... al termine del test il pene era ancora in erezione.. pochi minuti dopo sono andato dall'andrologo di riferimento, avente studio vicino, ed il pene era già in situazione di flaccidità.. dopo un po di paura iniziale l'andrologo mi ha rassicurato visto ke l'iniezione era di soli 5 mg di caverjet.. é stato normale lo svolgimento di questo esame? Inoltre volevo sapere se ci sono possibilità che l'esame non dia un risultato sicuro.. io infatti continuo ad avere difficoltà a mantenere l'erezione una volta raggiunta ( 1 minuto, 1 minuto e mezzo) e qualche volta mi capita anche di raggiungere un orgasmo ancora prima di arrivare ad una erezione massima.. il dottore ha affermato quindi, in base al risultato dell'esame, un problema psicologico, e mi ha prescritto del cialis che a breve penso di provare.. Cosa ne pensate del tutto? Grazie mille davvero per le risposte..
[#7] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Se l'ecocolor doppler è nella norma e credo sia così visto che ha avuto una piena erezione con solo 5 mcg ,è verosimile che i suoi disturbi non siano di origine organica (nel senso che la componente artero-venosa è integra);è probabile ,quinti ,ci sia una significativa componente psicogena .Al momento segua le indicazioni del suo andrologo e ci faccia sapere.
[#8] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Grazie.. Volevo solo sapere se il cialis ha forti effetti di abbassamento della pressione, in quanto io sono un ragazzo molto alto e molto magro, ed una volta il dottore durante una visita mi disse che avevo la pressione un po bassa ( infatti anche quando mi alzo in maniera un po brusca o cose simili, mi si appanna un po la vista x pochi attimi ad esempio) e volevo sapere se il cialis non rischiava di abbassare una pressione che l'altro giorno ho misurato ed era 100/61.. Grazie mille..
[#9] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gli effetti del Cialis sulla pressione sistemica, se non si assumono nel frattempo altri farmaci, sono minimali, pressochè nulli.
[#10] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Scusate ancora.. Volevo sapere, dato che io proprio non riesco a mandare giù una pastiglia, se sono possibili delle versioni tipo compresse sublinguali ( che su internet ho visto ma che in farmacia mi hanno detto non esistere), non per forza di cialis, ma anche di un altro farmaco che ha le stesse caratteristiche, e che potrei prendere in sostituzione della mezza compressa di cialis ch emi è stata prescritta.. Grazie mille di nuovo..
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Purtroppo al momento attuale non esistono farmaci con le stesse caratteristiche "terapeutiche" che possono essere assunti con tale modalità.
[#12] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Dottori grazie delle risposte, volevo solo aggiornarvi sulla situazione in attesa che io assuma il cialis, cosa che ho deciso di fare fra qualche settimana, in quanto al momento sono un po troppo occupato a causa dello studio universitario.. inizialmente avevo detto che il problema era nel mantenere l'erezione, ma ad essere più preciso in questi mesi mi sono accorto che il problema è in molti casi anche raggiungerla una erezione completa (soprattutto se sono in posizione eretta), cosa che avviene solo in alcuni casi, in presenza di un forte stimolo, e che viene a mancare quando viene a mancare il fattore di stimolo..( basta che mi alzo x andare a rispondere al telefono ad esempio).. il fatto che io non riesca ad avere sempre delle erezioni complete, e non ho mai erezioni mattutine, può essere un problema di afflusso di sangue al pene e quindi circolatorio? e se così fosse, potrebbe essere legato al fatto che io sono 1,85 x 56 kg, quindi estremamente sovrappeso, abbastanza debole, con le mani quasi sempre fredde (una volta il dottore di famiglia mi disse che poteva essere legato quest'ultimo proprio a qualche difficoltà di circolazione periferica)? e potrebbe avere qualche incidenza il fatto che a 20 anni non mi sono ancora mai fatto la barba in quanto ho solo una leggere crescita di peli in faccia? ( i test ormonali li avevo fatti, e sebbene fossero leggermente tendenti al basso, erano stati considerati nella norma dall'andrologo di riferimento).. Grazie x le risposte, e scusate se posso sembrare insistente, ma potete immaginare quanto ci tenga ad arrivare a capo di questa vicenda.. Grazie mille di nuovo..
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non vi è sempre una correlazione diretta tra arti freddi e difetti di circolazione periferica.

Alla sua età, viste anche le valutazioni già fatte, tutte riferite sostanzialmente nella norma, si pensa sempre di più ad un problema psicologico.
[#14] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno a tutti voi dottori.. Ho assunto mezza compressa di cialis la quale non ha conseguito risultati alcuni.. Volevo sapere se la soluzione delle iniezioni intracavernose può risolvere il problema solo in caso di deficit erettivo dovuto ad un problema di circolazione del sangue all'interno del pene, o se può rappresentare una soluzione anche nie casi di deficit erettivo dovuto a fuga venosa (che peraltro comunque non mi è stata diagnosticata).. Grazie per le risposte, auguri di buon anno a tutti voi..
[#15] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

spesso le iniezioni Intracavernose con PGE1 e meglio miscele con Fentolamina possono consentire ottime erezioni anche in tali situazioni
cari saluti
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile giovane lettore,

comunque, prima di pensare a terapie particolari e complesse, pensi con il suo andrologo a scegliere la più corretta e semplice strada da seguire per risolvere il suo specifico problema sessuale.

Un cordiale saluto.
[#17] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Dottori dato che il cialis non ha funzionato ho ricontattato il mio andrologo il quale mi ha prescritto un nuovo ecodoppler con 20 mg di caverject.. Il dottore che oggi mi ha fatto il test ha ribadito l'assoluta inesistenza di problemi organici.. Il pene infatti ha raggiunto l'erezione e l'ho mantenuta per circa 30 minuti.. L'andrologo ritiene pertanto che il problema sia psicologico con la possibilità che vi sia qualche componente ormonale ( dato che a 20 anni non ho ancora la barba! test ormonali che rifarò a breve).. Volevo sapere 2 cose da voi.. La prima è se è normale che con una dose di 20 mg l'erezione si mantenga "solo" per mezzora circa (l'andrologo ha attribuito ciò alla mancanza di stimolo erotico).. e se la dose di 10 mg che il dottore intende che io usi anche per sbloccarmi psicologicamente possa essere sufficiente secondo voi a garantire una durata di erezione sufficiente ad avere un rapporto ( considerando che nel caso di rapporto ci sarà anche lo stimolo che può prolungare l'erezione).. Grazie mille per le risposte!
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

segua ora le indicazioni terapeutiche ricevute.

Io personalmente le consiglierei anche un confronto ed una valutazione diretta della sua situazione clinica con esperto psicologo.

Un cordiale saluto.
[#19] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno a tutti nuovamente.. Volevo chiedervi 2 informazioni.. L'altro ieri ho comprato il caverject 10 mcg e settimana prossima il mio andrologo mi mostrerà come fare le iniezioni.. Volevo sapere da voi se l'uso della prostaglandina con la fentolamina migliora l'efficacia di tali iniezioni, e se quest'ultima sia in commercio in italia.. e se sì dove reperirla e come effettuare la miscela con la prostaglandina? Inoltre volevo sapere.. anzichè comprare queste sostanza, abbastanza care, se non fosse meglio un dispostivo a vuoto, che in breve ammortizzerebbe il costo delle iniezioni.. questi dispositivi riescono ad avere gli stessi effetti delle iniezioni oppure no? Grazie mille per le risposte, buon lavoro a tutti voi..
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La Fentolamina non è reperibile a livello di farmacie in Italia, e la si può trovare solo in alcune strutture ospedaliere.

Infine le due indicazioni terapeutiche da lei ricordate hanno modalità di utilizzo diverso e non si possono condiderare alla stessa stregua.

Per avere più chiarimenti la rimando all’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#21] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore.. volevo solo infine chiederle se erano in circolazione invece degli autoiniettori, in quanto sarei più tranquillo rispetto a fare l'iniezione da solo (il mio andrologo ha detto che non sono più in circolazione iniettori di questo tipo).. Ho cercato su internet autoinittori di questo genere e ne ho trovato solo uno (ergon).. Volevo sapere se ne esistono anche degli altri e dove si possono acquistare ( oltra all'incirca il costo).. Grazie mille, buon lavoro a tutti voi.
[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Generalmente le case farmaceutiche che vendono i prodotti da iniettare nei corpi cavernosi vendono pure, sempre all'interno della confezione, le siringhe adatte all'autoinizione.
[#23] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
Dottori volevo chiedervi un'ulteriore cosa.. quando sulla confezione c'è scritto di evitare vene visibili, si riferisce il monito solo a quelle vene grosse e abbastanza marcate che si possono vedere ( e alcune le ho infatti), oppure anche a quelle sottilissime (che non credo manco siano vene, forse capillari?) che si vedono a fatica solo tirando un po il pene? ( sono davvero quasi inpercettibili, ma volevo sapere se bisognava fare l'iniezioni in assenza assoluta di una di queste).. grazie mille a tutti voi!
[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ma questa indicazione terapeutica chi gliela data?

Generalmente l'andrologo o l'urologo che la indica fa pure un rapido "corso di pratica" e spiega attentamente tutto quello che il paziente deve fare ed evitare e quindi dovrebbe già sapere che sono le vene importanti e "grosse" che devono essere "scansate".

Risenta il suo andrologo per conferma.

Un cordiale saluto.
[#25] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro giovane lettore,

ho l'impressione, mia assolutamente personale, che ognuno le abbia dato un suo parere scisso dal contesto generale.
Il fatto di non aver avuto una valida erezione con PGE1 5 e poi di averla avuta mi sembrebbe far escludere una componente "psicologica" ed invece confermare la problematica vascolare.
L'uso delle Iniezioni intracavernose in molti casi può essere considerato accettabile.Io consiglio sempre di essere "spalleggiato-affiancato" da uno specialista abituato a gestire tali procedure e loro potenziali inconvenienti. esistono in commercio degli autoiniettori molto validi (selfinject) che io consiglio e fornisco a tutti i miei pazienti. A Roma è semplice trovare la fentolamina nella farmacia del vaticano ( oltretutto non si paga IVA).
cari saluti
[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non si confonda ulteriormente le idee con autoiniettori e d altri farmaci vasoattivi e risenta in diretta il suo andrologo.

Un cordilae saluto.