Utente 173XXX
Salve, suono la chitarra da poco più di due anni e da subito è stata una passione difficile da portare avanti: essendo autodidatta, e esagerando nelle ore di studio, proprabilmente per una ''tecnica'' scorretta inizialmente ho avuto problemi al 4° dito della mano sinistra che per via di una tendinite(successivamente diagnosticataami) avevo difficoltà a muovere anche. Dopo cure di laser svolte in un centro di bologna, e riposo, l'infiammazione è via via scemata fino a quando è sorto il problema per cui chiedo un vostro consulto dato che i medici specialisti della mano, da cui mi sono recato in quest'ultimo anno, non sono riusciti a risolvere: per l'uso di una tecnica che usa un martellamento delle dita sulle corde, fatto anche questo in maniera sbagliata sicuramente, ho iniziato ad avvertire dolore nella prima falange, per intenderci quella dell'unghia, e in particolare all'articolazione di questa falange.. io pensavo che fosse un problema osseo ma radiografie hanno scongiurato questa eventualità.. sono stato in cura per due volte durante quest'anno con 2 sezioni di 10 sedute di laser nell'articolazione dolorante ma non ho risolto nulla.. mi hanno addirittura diagnosticato reumatismi, fattomi prendere pillole specifiche e fatto fare esami che però sono risultati negativi. In più usando le dita della mano destra per pizzicare le corde, e facendo anche questo scorrettamente mi è venuto lo stesso problema nello stesso punto del 4° dito della mano destra... oggi proprio l'ennesimo specialista mi ha consigliato di prendere antiinfiammatori, ma mi ha premesso che non sa trovare una soluzione al problema.. ormai sto perdendo le speranze e dire che da quest'anno volevo dedicarmi a tempo pieno alla musica ma non posso investirci avendo questi problemi.. i dolori sono come delle fitte nel dito, come aghi, che mi indeboliscono la forza per il dolore(anche se non è atroce) e mi costringono a smettere di suonare, e avolte a dovermi riposare per giorni.. nessuno sa trovare una soluzione.. confido in voi! grazie dell'attenzione e di tutto l'mpegno e la serietà che mettete in questo sito. Aspetto un vostro parere

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

la falange che le duole è la terza (la prima è quella congiunta con il palmo) e l'articolazione che le dà problemi è la IFD (interfalangea distale).

Se tutte le terapie che ha fatto non hanno sortito alcun risultato, prima di abbandonare del tutto la tecnica "a percussione" nell'uso della chitarra, potrebbe fare un ultimo tentativo con le onde d'urto (3-5 sedute, distanziate tra loro di una settimana).

Mi faccia sapere.

Cordiali saluti.