Utente 173XXX
Buon giorno a tutti. Ho 39 anni e vivo una vita abbastanza tranquilla. Mi alimento in maniera sana non bevo e non fumo. Pratico leggero sport in bici e corsa.
Premetto che da sempre sono stato una persona ansiosa (al lavoro, con la fidanzata o in qualche difficoltà) le mie pulsazioni aumentano e il cuore si sente battere forte sul collo.
Da una settimana però non sto bene, è stato come un colpo di fulime. Da una settimana la tachicardia non mi abbandona più a volte la pressione è alta (160/90) a riposo e al mattino invece torna a (120/75). Di giorno sento un senso di calore cha parte dal tronco e sale verso la testa, una pressione nelle tempie, un po' di stanchezza e ogni tanto una "fame" d'aria. La fame d'aria è strana nel senso non quando sto facendo uno sforzo ma a caso.
Di notte dormo poco mi sveglio nel pieno della notte e sento le pulsazioni e il senso di disagio aumentare. Dopo 3 giorni ho cominciato a sentire un dolore al centro del petto che si espande fino alla bocca dello stomaco come delle fitte intermittenti.
Ho consultato due specialisti cargiologi con ECG, esami del sangue (cardiaci) e ecografia al cuore. Tutto normale hanno detto, sarà ansia.
Ma è possibile che da una settimana per la prima volta nella vita sto così male? E la cosa che mi preoccupa è che non mi passa ma rimane dentro assieme ad uno stato spicologico di impotenza a risolvere questo problema. Non prendo e non ho mai preso farmaci a parte alcuni antiacidi anni fa per una gastrite.
PUO' ESSERE QUESTO DOLORE MOLTO FISICO SOLO IL FRUTTO DELLA MIA MENTE???
Un ringraziamento,
Daniele.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signor Daniele,
se due consulenze cardiologiche in tempi diversi hanno entrambe escluso problemi rilevanti, credo sia il caso di formulare ipotesi diagnostiche in altre direzioni.
Un buon indizio è la pregressa "gastrite": probabilmente si deve iniziare da qui, con l'esecuzione di indagini appropriate.
Anche un consulto psicologico potrà aiutarLa a risolvere il problema.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Caro dottore la ringrazio della sua risposta così veloce e rassicurante. Volevo aggiungere che il mio medico curante mi ha prescritto gli esami del sangue della tiroide: "FT3, FT4, TSH".

Appena avrò il risultato glielo comunicherò.

La ringrazio, Daniele.