Utente 156XXX
Salve, sono fidanzato con la mia ragazza da più di qualche mese ma non sono mai riuscito ad avere un rapporto sessuale a causa della mia disfunzione erettile. Abbiamo provato almeno 10 volte ma senza successo, sono stato da un andrologo che ha detto che fisiologicamente non ho problemi, quindi mi ha prescritto Cialis da 20mg ma niente da fare. Potrebbe essere sicuramente qualcosa di psicologico a sto punto, però prima di andarci volevo sapere il Vostro parere sul prodotto PROVIRILIA di cui ho letto qualche riga in giro per internet. C'è scritto "consigliato dai medici", è una bufala o è affidabile? funziona?

Poi un'altro appunto, riesco ad avere erezioni solo quando sono steso e ben concentrato, se mi distraggo anche per 2 secondi perdo l'erezione, in più quando tento la posizione del missionario (unica posizione accettata dalla mia partner) perdo irrimediabilmente l'erezione (non so se sia dovuto alla distrazione o alla posizione)...qualche idea?

Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
intanto segua le indicazioni di di quel pro...coso, non ne so nulla. Quindi non è un farmaco, quindi è facile che sia bufale. In secondo luogo senta la diagnosi de3l suo problema: psicogena od organica, ed agisca, d' accodo con l' andrologo di conseguenza.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
mi accodo al Dr.Cavallini nella risposta.
Dopo un'accurata diagnosi andrologica (che credo di aver capito, lei ha già fatto), per escludere possibili cause organiche, le siggerirei di indagare le cause psichiche, diadiche , di coppia e correlate all'ansia da prestazione, che potrebbero concorrere al deficit erettivo ed al suo mantenimento.
L'accanimento, in questi casi non giova a niente, anzi a volte, tende a crare cause da cattivo apprendimento sessuale.
Le suggerisco di non medicalizzare la delicata sfera della sessualità, se non sotto super visione medica.
L’ andrologo stabilirà uno stato di salute o malattia e di conseguenza sposterà l’ attenzione dal corpo ai sentimenti ed alla coppia , il terapeuta lavorerà al fine di rinforazre il concetto che la “sessualità è un essere e non un fare".
Un caro augurio
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
in poche parole se il problema come pare è psicogeno, penso che siano meglio due chiacchere con sessuologo bravo che le pastiglie. Di qualsiasi genere.
[#4] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
Vi ringrazio molto per le risposte, proverò a cercare qualche sessuologo in grado di aiutarmi...sono in completa disperazione :( . Grazie ancora..
[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Stia sereno, risolverà ed in breve tempo,
auguri ancora.