Utente 275XXX
qualche anno fa, l'aspetto del mio glande è cambiato, mi è comparsa una piccola ulcera verticale proprio vicino all'orifizio e inoltre la superficie del glande ha cominciato ad essere non più liscia, ma corrugata. Tranne l'aspetto estetico altri problemi non ne ebbi e cmq mi feci visitare da due dermatologi venereologi, che midissero che non c'erano funghi (come pensava il mio medico di base e che mi fece fare del lavaggi aggiungendo un pò di candeggina- un tappo- in acqua), ma mi chiesero se avessi avuto rapporti sessuali non sicuri. Questo non era accaduto e mi dissero di stare tranquillo che tutto era a posto.A distanza di alcuni anni però, un pò alla volta quando sono in erezione, anche se il pene raggiunge un'erezione accettabile, il glande rimane un pò molle e quando ho dei rapporti, faccio molta fatica a penetrate perchè ci sono problemi di erezione, ma soprattutto il pene è molle nella parte del glande, che da un pò lo sento anche molto meno sensibile.
Vorrei sapere se la mollezza del glande è legata a problemi di erezione o come dire, a problemi cutanei, fermo restando che ho qualche problema di erezione che è sopraggiunto da un paio di anni e forse legato ad una specie di depressione.
Inoltre vorrei sapere cosa posso fare, se è più opportuno consultare l'andrologo o il dermatologo. Cmq il mio problema è che il glande è molle e un pò insensibile e ciò non mi permette di avere normali rapporti sessuali.
Vi sarei davvero grati se mi mandaste una risposta in breve tempo perchè sono preoccuapto e un pò abbattuto.
Vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ORZINUOVI (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
la sua forma di"impotentia coeundi" non puo' essere ascritta alla eventuale(non so se ci sono tuttora problemi muco-cutanei!)patologia dermatologica.Piu' verosimilmente puo' entrare in causa la depressione ed anche(talvolta)le ev.terapie che avesse intrapreso per curarla.Si rivolga ad un andrologo
Cordialita'
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro utente 2759,

amio parere la piccola ulcera del glande scoperta e trattata in passato non ha molto a che fare con il suo problema di erezione.
Tenga presente, comunque, che il glande non può mai raggiungere un grado di rigidità ma solo una tumescenza "!tesa". Le difficoltà di penetrazione fanno piuttosto pensare alla esistenza di fenomeni veno-occlusivi cavernosi che possono impedire una corretta rigidità ed una facile penetrazione.
Si faccia vedere da uno specialista.
Diego Pozza
www.andrositalia.org