Utente 173XXX
gentili dottori,
scrivo per due motivi fondamentalmente: circa un mese e mezzo fa ho avuto un rapporto non protetto con una ragazza, e durante lo stesso mi si è aperto un taglietto in punta al prepuzio... il problema è ora risolto, ma essendo stato il rapporto non protetto, ho timore che mi sia stato trasmesso il virus dell'HIV, pur avendomi detto la partner che lei era sana. tuttavia, stupidamente, dopo circa due settimane (quindi un mesetto fa) ho avuto un altro rapporto (sempre non protetto, e sottolineo stupidamente) quando il taglietto non era ancora chiuso del tutto. scartando l'ipotesi che abbia contratto il virus la prima volta, mi è sorto nuovamente il timore di averlo contratto questa seconda volta... ma anche questa volta la partner mi ha rassicurato di essere sana... io mi sono fidato, ma come si suol dire, non fidarsi è meglio:

da quel momento, essendo all'estero e frequentando un corso estivo molto pesante anche dal punto di vista fisico, ho notato di avere dolori muscolari, mal di testa e stanchezza quasi permanenti (sintomi anche dell'hiv) ma mi auguro fossero dovuti all'attività sopra descritta. altri sintomi (diarrea, ghiandole ingrossate, meningite, sudorazione aumentata) non li ho mai riscontrati, per il momento, e i sintomi accennati sono spariti al mio ritorno alla fine del corso.

al momento, essendo terribilmente in ansia per questa cosa, sintomatizzo ogni cosa che mi succede, persino il sudore eccessivo quando vado in bici e continuo a sperare che siano solo sintomi dell'ansia.
---
questo era il primo quesito, passerò al secondo, credo di minore importanza: non so per quale motivo, dopo una settimana dal secondo (e ultimo per ora) rapporto non protetto ho notato una piccola escrescenza simile a un brufolo sul pube, che, se schiacciata, secerneva una sostanza simile al pus e poi una piccola quantità di sangue. non è rosso o infiammato, ma sento che continua a esserci se lo tocco (pur non tentando più di schiacciarlo, anche per le dimensioni ora ridotte). cosa può essere, a parer vostro? spero niente di grave. in caso contrario come posso liberarmene?

Grazie anticipatamente per il supporto e l'aiuto, gentili dottori.

P.S.
Vorrei inoltre sapere, a un mese e tre settimane dal primo rapporto e quindi circa un mese e una settimana dal secondo, un esame del sangue/test hiv che attendibilità potrebbe avere, perchè da quanto so il virus si rende individuabile da 3 mesi in poi...

Grazie ancora e a risentirci.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non vedo sintomi sospetti di contagio sessuale di un qualche genere. Le possibilità di contagio sono peraltro scarse. Lasci stare iol brufoletto, che poi peggiora le cose. Test HIV si a 1 e 6 mesi da rapporto "sospetto". Se fossi in lei dormirei tramnquillo, coi profilattici a portata di mano.