Utente 400XXX
Egregi medici,
mia madre ha 55 anni e da 6 assume 1 cpr di Progynova da 2 mg per il trattamento dei sintomi della menopausa, che in lei erano molto marcati e invalidanti.
Allo stesso tempo era ed è in cura con Seropram 40 mg e Valium 2 mg 2 volte al giorno.

Recentemente ha avuto una virata ipomaniacale, da cui la sua psichiatra le ha consigliato di assumere uno stabilizzatore dell’umore. Io però ho letto in internet che questo tipo di farmaci, annullano l’effetto degli estrogeni, il che per mia madre sarebbe piuttosto grave.

Volevo sapere se esistono stabilizzatori dell’umore che non annullino l’effetto della terapia ormonale sostitutiva e se sì quali sono.

Grazie di cuore.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
si ci sono stabilizzanti che non interferiscono con gli estrogeni,senz'altro il suo specialista valuterà quello appropriato
[#2] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2007
Egregio dott. Vannucchi, grazie comunque per la risposta, ma vorrei farle notare che applicando questo principio anche agli altri consulti, questo sito non avrebbe ragion d'essere.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente,forse ho capito male, ma volevo farle capire che non si possono fare terapie o consulti on line senza conoscere e senza aver visitato un paziente;questo sito non ha il compito di fare prescrizioni a distanza(non sarebbe nè professionale nè etico);volevo dirle nella mia risposta che ci sono molecole che interferiscono con estrogeni ed altre no ma sul tipo di molecola su cui si deve optare lo possiamo fare solo con il paziente davanti a noi perchè se io le facessi un elenco delle molecole utilizzabil sarebbe già un invito alla prescrizione nei confronti suoi il chè non à corretto verso lo specialista che La segue il quale se ha le competenze e l'aggiornamento necessario indubbiamente Le prescriverà
[#4] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2007
Egregio dott. Vannucchi, la ringrazio molto della gentilezza e della pazienza con la quale mi ha spiegato il suo punto di vista.

La psichiatra ha pescritto il Tolep 150 mg la mattina, 150 a pranzo, 300 prima di dormire. Ha detto che in questa fase non potrebbe prescrivere il Lamictal essendo quest'ultimo disinibente e più indicato nelle fasi depressive, ma non ha escluso di usarlo una volta passato l'episodio maniacale, visto che mia madre ha una netta prevalenza di episodi depressivi.

Mi può almeno dire quali sono le molecole che non interferiscono con gli estrogeni? Se il Lamictal è uno di questi?
La psichiatra chiaramente farà in autonomia le sue scelte, ma essere informati prima ci dà più strumenti di comprensione.

Grazie.


[#5] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Studi di interazione sono stati condotti solo in adulti. La UDP-glucuroniltranferasi e' stata identificata quale enzima responsabile del metabolismo della lamotrigina, fra i medicinali che inibiscono in modo significativo la glucuronidazione della lamotrigina sono riportati i composti ormonali etinilestradiolo/levonorgestrel;nel caso specifico di sua madre occorre monitorare gli eventuali effetti tossici della lamotrigina subendo questa un'eventuale aumento delle concentrazioni ematiche per un diminuito metabolismo il chè significa dover utilizzare dosaggi più bassi di lamotrigina
[#6] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2007
Spero che la psichiatra terrà conto di quanto da lei scritto se e quando prescriverà la lamotrigina a mia madre.