Utente 174XXX
Buongiorno, mio padre è stato ricoverato in data 15/08/2010 a Catania per "versamento pleurico massivo destro". E' stato sottoposto ad intervento Chirurgico (video toracoscopia destra con biopsie pleuriche e pleurodesi con talco); esame citologico del liquido e Tac. A tutt'oggi, per motivi tecnici, attendiamo l'esame PET. Dalla TAC si osservano "millimetriche adenopatie in sede mediastinica paratracheale e subcarenale e in sede diaframmatica dx". Mentre dalla diagnosi istopatologica si evince "parete pleurica infiltrata da adenocarcinoma polmonare poco differenziato". E' stata consigliata una prima terapia di durata complessiva semestrale. Vorrei sapere se la terapia a cui verrà sottoposto mio padre, ex fumatore (da pochissimo), è la medesima in tutta Italia. C'è un protocollo predefinito? O esistono centri di eccellenza che praticano terapie innovative? Grazie di cuore.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

sicuramente è opportuno un trattamento chemioterapico che deve essere deciso in base alle condizioni generali ed all'esame istologico. Esistono delle linee guida generali anche se personalmente credo che l'oncologia debba essere più sartoriale (cioè tagliata su misura rispetto al paziente) che vincolata saldamente a protocolli. Il trattamento chemioterapico che si sceglierà dovrebbe essere coadiuvato da ipertermia oncologica (vedi sito www.ipertermiaroma.it) se non vi è versamento pleurico massivo.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dott. Pastore,
grazie per la sua risposta.
Abbiamo avuto un incontro col Dott. De Marinis, ma non ha parlato di ipertermia oncologica. Purtroppo si dovrà procedere con la chemioterapia.
Potrebbe indicarmi le percentuali di guarigione da questa tipologia di tumore? ci sono possibilità di lunga sopravvivenza?

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

che si dovesse procedere con un trattamento chemioterapico era fuor di dubbio. L'abbinamento con l'ipertermia capacitiva oncologica avrebbe lo scopo di potenziarne l'efficacia. La prognosi di una neoplasia polmonare inoperabile è purtroppo assai severa.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#4] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Grazie. Buona giornata.