Utente 577XXX
Salve, mia figlia di 6 anni da circa un annno, presenta un iperproduzione di catarro, e di tosse molto forte. Circa un anno fa feci delle analisi per vedere se era allergica il risultato: IgE specifiche inalanti ( NN rilevabili ) - Sieroimmunologia IgE ( 76 ).
abbiamo tentato varie cure, dai fluidificanti, hai sedativi per tosse , antibiotici e per ultimo con succeso direi il cortisone e antistaminico dato in compressine. Visto che i farmaci assunti erano tanti, ho voluto fare le analisi portandola in un centro privato. Le analisi hanno riscontrato un allergia di I grado Inalante a: Forfora del cane, Dermatophagoides f. e Dermatophagoides p. , Alternaria. Alimentare allergia di I grado a : Mais, Segale, Soia, Orzo. L'allergologo del mio paese, nn ha voluto effetuare il test sul braccio in quanto vuole aspettare ottobre, e devo continuare a dare la terapia di antistaminico e se la tosse si presenta molto forte il cortisone. Il pediatra della mutua mi ha detto che è una bimba catarale. Gli altri pediatri che ho ascoltato chi mi dice che nn è allergica e chi dovrei iniziare lo spray al cortisone perchè si tratta di asma allergica. Ho provato anche ad andare al mare, ma la tosse continua anzi se nn c'è gli viene. A questo punto nn so cosa pensare....e allergica oppure no? Vorrei rivolgermi ad un centro specialistico ma di allergia oppure otorino? Lei nn presenta adenoidi.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
I test sul braccio o prick test possono essere effettuati in qualsiasi momento dell'anno senza timore.
Riguardo la sua bambina, mi preoccuperei dei sintomi se la tosse è così forte, piuttosto che a pensare che cosa, starei attento al tipo di catarro se più o meno vischioso e se più o meno giallastro e da li instaurerei una terapia sintomatica.
Farei una terapia inalatoria con cortisone e broncodilatatore che è sempre efficace.
In genere, le classi I di positività di tengono sotto controllo per la loro incertezza, ma starei attento agli acari, limitando gli ambienti umidi e agli animali che possono portare allergia loro stessi ma anche più acari.
Mi rivolgerei a un buon allergologo.
[#2] dopo  
Utente 577XXX

Iscritto dal 2002
Salve, il catarro e sempre presente nella gola e sembra piuttosto denso visto che per farlo andare via deve ( schiarirsi la gola ). Comunque delle volte ma succede raramente riesce ad eliminarlo ( vomitando ) e da quello che si può vedere e chiaro. Però invece quando inizia ad avere un raffredore e si soffia il naso e di colore verdastro, ecco perchè circa un anno fà si pensava ad una sinusite ma poi i test allergici su sangue hanno rilevato l'allergie. Io ( madre ) sono allergica alle graminacee, olivo, ecc. Nn sono le sue allergie tanto è che l'allergologo mi ha detto che invece doveva riprenderle tutte da me.
Oggi i nonni della bambina hanno incontrato una pedietra di fiducia e lei ha risposto che man mano che cresce il sintomo scompare e quello che si può curare ciene curato con il vaccino, antistaminico, ecc.
Mi scuso per i termini nn medici.
Questa situazione va avanti da più di un anno, e sinceramente nn vedo la via di uscita.
Al mare continua la tosse.....in montagna viene sciolto il cattaro.
Dove devo andare per farla stare bene, senza medicine?
Cosa devo fare?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere utile, visto che il catarro è denso, di farlo analizzare, per vedere che tipo di germi contiene.
Potrebbe avere usato un antibiotico inefficace per quel tipo di germi, così fare una coltura con antibiogramma potrebbe essere utile per un trattamento efficace, non escludendo l'allergia.
Mi faccia sapere
Cordiali saluti
Dott. Antonio Corica