Utente 155XXX
Gentilissimi Dottori,
Ho 22 anni ed è da esattamente 4 che convivo con questi disturbi a dir poco invalidanti.
Tutto esordì una sera di quattro anni fa, dopo cena, con un forte prurito in tutto il corpo (seguito da rossore) e senso di soffocamento.
In seguito, dopo una cura con Aerius che non ha portato alcun giovamento, ho avvertito un senso di gonfiore e secchezza che mi porta ancora oggi una forte disfagia e dispnea.
Cosa ancora più sospetta, la mia lingua appare spesso ricoperta da una patina biancastra e spesso, soprattutto la notte (durante la quale i miei sintomi peggiorano), si ricopre di venature giallastre e chiazze rosse gonfie e dolorose. Le mie labbra sono spesso vittima di formicolii e presentano strani puntini bianchi sottopelle. Il 28 febbraio di quest'anno, ho contratto un virus influenzale che mi ha fatta stare malissimo (sensazione di "vetri rotti" in gola, bruciore alla trachea, raucedine, febbre, vie respiratorie ostruite e catarro verdognolo e abbondante, etc.) Mi hanno prescritto due scatole di antibiotici (rossitrol)e tachipirina. Il calvario è durato fino ad aprile, poi ho avuto una ricaduta (sospetta bronchite) e mi hanno prescritto altro rossitrol. A Maggio ho incominciato ad avere una tosse secca insopportabile, da me procurata a causa di un forte prurito a livello dello stomaco e dei polmoni. Mi si sono gonfiati i linfonodi ed erano molto doloranti (l'ecografia collo/nuca ha confermato la situazione). Mi hanno prescritto il Danzen, che ha peggiorato la situazione. Ho continuato ad avvertire sempre più prurito, e bruciore intenso e questo problema continua a peggiorare a tutt'oggi. La faringe è da allora sempre gonfia e irritata, e presento pustole su tonsille e pareti della gola.
Con l'esame del sangue, hanno ipotizzato un'infezione da Streptococco beta-emolitico (per via del: Titolo antistreptolisinico 318 mg/dl 0-200). Mi hanno curata con tre scatole di azitromicina (sono allergica alla penicillina). Ho continuato a stare malissimo, e a luglio sono comparse bolle di orticaria e mi hanno detto di sospendere i farmaci per sospetta intossicazione.
Ora la situazione è insostenibile. Ho perso parecchi chili, non riesco a mangiare perchè mi rimane tutto in gola e spesso l'acqua mi va di traverso e non riesco a dormire. La sensazione di soffocamento non accenna ad andarsene, così come la tosse e il prurito/bruciore interno. Le mucose sono sempre irritate, così come le labbra che spesso danno la sensazione di essere gonfie. Si è aggiunto però del muco biancastro molto colloso, che spesso noto appiccicato alle pareti della gola e che pare peggiorare la situazione. Non riesco quasi mai ad espellerlo, se non con colpi di tosse violenti.
Ho anche notato la comparsa di ossiuri, che avevo già provato ad eliminare un mese fa, senza evidente successo.
Ora sto prendendo l'antistaminico Pafinur da cinque giorni, ma non vedo miglioramenti.
Ho effettuato il tampone faringeo e lo streptococco è negativo.

Come posso comportarmi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora/ina,
il Suo racconto è ricco di particolari ma non sempre ciò che scrivete è effettivamente utile a delineare il quadro.
A mio avviso le cose da fare sono due: trattare l'infestazione e rivolgersi ad un allergologo, che possa dirigere l'iter diagnostico.
Saluti,