Utente 782XXX
A mia madre di 78 anni, l'oculista ha prescritto, a causa di un principio di retinopatia diabetica, un integratore: il Maxiven Cromo 1 cp rossa e 1 cp verde al giorno.
Tra le interazioni di questo prodotto leggo: "il ginkgo biloba ha un'attività sinergica con alcuni farmaci anticoagulanti od antiaggreganti piastrinici".
L'oculista nel prescriverglielo non le ha chiesto quali farmaci assumesse, in effetti mia madre assume 1 cp al giorno di cardioaspirina 100 mg, a causa di stenosi carotidee emodinamicamente non significative.
Da recente controllo ematico risulta:

- piastrine: 109 (140-440)
- trombocrito: 0,109%
- tempo di protrombina: Quick 11,6 sec; Attività 84,2%;INR 1,10
- tempo di tromboplastina: 26,4 sec

Ha, inoltre, una patologia epatica evoluta in cirrosi ed HCC.

Temo in una maggiore azione anticoagulante dovuta all'assunzione della cardioaspirina e del Maxiven insieme. Cosa consigliate è il caso di evitarne l'assunzione, di modificarne i dosaggi o cos'altro.
GRAZIE

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
molta cautela in questo caso con il GINkgo biloba in quanto aumenta l'effetto antiaggregante della cardioaspirina!
[#2] dopo  
Utente 782XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dr. Vannucchi,
ma devo disturbarLa ancora...
pensa quindi che possa prendere il Maxiven Cromo sospendendo la cardioaspirina, o è meglio che continui con la Cardioaspirina e non assuma il Maxiven Cromo?
Anche perchè non sono a conoscenza del rapporto costo/beneficio (in termini di salute intendo) nel caso di mia madre nell'assunzione di questi integratori per la retinopatia diabetica.
GRAZIE ANCORA
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
la cardioaspirina la definirei di primaria importanza,può associare i farmaci tenendo sotto controllo i valori di coaugulazione periodicamente