Utente 126XXX
Egregi Dottori, sono un ragazzo di 22 anni, da 1 anno e 8 mesi, ho una prostatite.
Ho iniziato a curarla da circa 1 anno e dato il quadro penoso che mi ritrovavo all'inizio, ora diciamo che va un pò meglio. Conosco tale malattia e so bene che dura molto (anche qualche anno) e con facili riacutizzazioni, anche dopo poco tempo dal trattamento.
Io però avendo il terrore delle patologie urologiche vorrei che gentilmente mi poteste dare delle delucidazioni.
Purtroppo a volte (direi spesso) avverto una forte ipersensibilità sul glande, e forti faatsidi all'uretra che mi portano ad urinare di frequente durante la giornata e pure di notte.
Vi volevo chiedere, ma non è che urinando così spesso, e quindi facendo vari sforzi col muscolo vescicale, questo vada incontro a altre patologie?
Io circa un anno fà ho fatto una urotac in cui è risultato che le pareti vescicali sono nella norma e normodistese, ma era un anno fà!
Oggi io comunque continuo ad urinare spessissimo (a volte solo 4 gocce), per questo temo che ci siano complicanze.

Se si tratta solo di una paura infondata vi prego di dirmelo.

In ogni caso se vi può interessare, tanto per dare un giudizio, la mia prostata presenta una fibrosi di max 9mm x 4mm, le esplorazioni rettali comportano quasi sempre una discreta dolorabilità,e le ecografie evidenziano quasi sempre una ghiandola nella norma come volume, ma a "carta geografica", e c'è sempre assenza di residuo post-minzionale,uroflusssometria nella norma.

Grazie per la vostra risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Possiamo tranquillizzarla perchè una pollachiuria ("urinare di frequente durante la giornata e pure di notte"), come la sua, senza residuo e con uroflussometria nella norma non comporta nessun sforzo alla sua "muscolatura vescicale" .