Utente 174XXX
Buongiorno, mia madre da anni è sotto cure oncologiche a seguito di interventi subiti ai seni ed ultimamente al collo, ed è costretta a controlli periodici. Avrei una domanda da fare: a gennaio 2010 ha eseguito una PET-TAC con esito negativo ed a fine maggio 2010 ha eseguito una TAC total body con esito negativo. Successivamente ha eseguito una scintigrafia ossea ed è stato riscontrato, tra le righe, quanto segue: "...immagine di iperfissazione patologica a carattere focale a livello del margine inferiore dell'ala iliaca di sinistra: tale reperto è ascrivibile in prima ipotesi a localizzazione di natura secondaria...". Cosa può voler dire? Una TAC total body negativa può annullare l’esito riscontrato nella scintigrafia? Cioè, dal momento in cui una TAC di un mese fa è negativa, la cosa fa comunque stare tranquilli visto che la scintigrafia è un esame meno significativo? Grazie per la cortesia e l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

TC e scintigrafia vedono cose diverse. Non esistono esami più significativi ed esami meno. Direi che è opportuno invece approfondire localmente con una RX mirata della zona in cui il medico nucleare che ha eseguito la scintigrafia vede l'alterazione.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la celere risposta, senza dubbio approfondiremo quanto è stato rilevato.
In effetti sono stato un po impreciso nel dire che la scintigrafia è un esame meno importante; la mia considerazione nasceva dal fatto e voleva significare che, in casi simili a quello di mia madre, ho sentito dire che probabilmente in futuro avrebbero potuto escludere dal protocollo medico tale esame.
cordiali saluti