Utente 174XXX
Buonasera,ho 31 anni e vi scrivo perchè da circa tre anni accuso disturbi nel mantenere l'erezione durante il rapporto, il crea ovviamente crea problemi a me e alla mia ragazza. Premetto che sono anche una persona ansiosa. Mi sono rivolto così ad aprile 2008, subito a un andrologo con il quale ho effettuato test ormonali che sono risultati secondo lui tutti nella norma; qui sotto l'esito dei test:

Prolattina basale 11.58 ng/ml
LH 10.78 mlU/ml
FSH 2.13 mlU/ml
17 Beta estradiolo 80 pg/ml
testosterone 956 ng/dl
Testosterone libero 33.4 pg/ml

Dopo questo ho fatto il 13/05/2008 anche l'ecocolor doppler penieno dinamico con dosaggio di 5 ug di PGE1 e i valori sono stati i seguenti

Valori Basali
Velocità di picco sistolico massimo destro 20cm/sec
Velocità di picco sistolico massimo sinistro 21 cm/sec
Accelerazione destra 3 m/sec^2
Accelerazione sinistra 3 m/sec^2

Valori dopo PGE1

Velocità di picco sistolico massimo destro 55cm/sec
Velocità di picco sistolico massimo sinistro 47 cm/sec

Il giudizio dell'esame dice " Con il dosaggio farmacologico impiegato non si evidenziano segni di insufficienza arteriosa"

Questo riguardo alle arterie venose:
"normo afflusso arterioso cavernoso e dorsale bilaterale sia in condizioni di base che dopo PgE1. Profilo delle arterie cavernose nella norma privo di immagini a placca o stenosi con normali ramificazioni. Nella fasi avanzate dell'esame si osserva una risposta clinica pari all'80% della rigidità massima ottenibile. In tale fase le velocità diastoliche nelle arterie cavernose tendono ad azzerarsi. Segni di ipertono adrenergico. La vena dorsale appare di diametro e flusso regolare. Non circoli collaterali con significato di compenso emodinamico. Regolari le albuginee ed i corpi cavernosi per tutto il devorso del pene"

Il medico disse che tutto si riportava a uno stato ansioso.
A distanza di tre anni, ci sono momenti in cui perdo l'erezione durante il rapporto, capita che se cambio posizione la perdo e ho notato che alzandomi in piedi talvolta perdo facilmente l'erezione, cosa che prima di 3 anni fa non avevo mai avuto e in genere questa tipologia di problemi non mi si erano mai presentati.

Ho pertanto consultato altri tre andrologi, i quali hanno visto i miei esami e confermato che il mio problema è di natura esclusivamente psicologica, consigliandomi anche alcuni psicosseuologi. Ho anche chiesto se questi sintomi potevano nascondere una disfunzione vena occlusiva, ma tutti e tre (compreso l'andrologo che mi ha visitato e fatto l'ecolordoppler) hanno escluso problemi di natura organica.

Ritenete che debba ripetere l'ecocolordoppler? Secondo il vostro parere devo fare ulteriori esami per escludere problemi di natura organica, in particolar modo di vena occlusiva?

Ringrazio infinitamente il vostro lavoro e le vostre risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore se lei ha consultato ben tre colleghi andrologi i quali correttamente l'hanno sottoposta a diversi esami di approfondimento dai quali non è venuto fuori nulla di organico, mica ci si può inventare qualcosa per tranquillizzarla! ritengo di confermare questo orientamento. Per il trattamento della sua D.E. oltre al colloquio con uno psicologo lei potrebbe giovarsi di una terapia a medio termine con tadalafil al dosaggio minimo preso quotidianamente , ma dovrà comunque consultare un collega urologo/andrologo per valutare se c'è la reale indicazione.
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo dottore, la ringrazio tanto per la sua cortesia nella risposta, la mia domanda sorgeva dal fatto che magari potrebbe essere sfuggito qualcosa o ci dovesse essere un ulteriore approfondimento per escludere una disfunzione da vena occlusiva (cosa confermata dai dottori che ho consultato). Mi è stata consigliata infatti la cura di Cialis da usare a giorni alterni.

Grazie mille.