Utente 174XXX
Salve a tutti i collaboratori del sito. Avrei bisogno di una vostra delucidazione riguardo la tecnica che uso per prolungare l'atto sessuale, cioè il fermarmi poco prima dell'insorgere dell'orgasmo per poi ripartire, sempre senza forzare, solo interrompendo il coito e cercare di rilassarmi per qualche secondo. Guardando le risposte di vari specialisti in questo sito ed in altri ho notato che i pareri sono differenti: c'é chi dice che a lungo andare provoca prostatite, chi afferma che la provoca solo se non si termina l'atto con una eiaculazione, chi dice che in se tale tecnica non porta prostatite ma la mantiene in chi già l'ha, chi la consiglia invece come cura della EP e non da problemi... Forse sono io che ho equivocato non badando al contesto delle varie domande fatte dagli utenti.... Insomma mi farebbe piacere avere un vostro parere definitivo.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
La tecnica che lei usa "stop and go " non provoca alcun danno e se funziona , se è soddisfatto da essa , la continui pure senza paure.La cosa importante è far seguire ad un atto sessuale o ad una prolungata eccitazione sessuale una eiaculazione e ciò per evitare una possibile congestione prostatica.

Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Prima di tutto grazie per la cortese risposta. C'è però una cosa che mi lascia perplesso, le spiego: ho iniziato a cercare informazioni in internet riguardo questa tecnica un mesetto fa quando, parlando per caso con un mio caro amico, mi ha detto che lui ha sofferto di prostatite da ragazzo perchè, quando si masturbava, era solito fermarsi più volte prima dell'arrivo dell'eiaculazione per poi ricominciare. Egli ha affermato che secondo gli andrologi questo comportamento ha causato la sua prostatite: quello che mi lascia perplesso é che in pratica lui faceva durante la masturbazione quello che io faccio durante i rapporti sessuali. Non è che forse c'entrano qualcosa la quantità e la frequenza di questi stop con l'insorgere eventuale di infiammazioni od infezioni alla prostata?
Grazie di nuovo
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se la sua attività sessuale, articolata come crede, termina poi con un evento eiaculatorio nessun problema ha da temere, come giustamente detto dal collega De Siati.

Non sono del resto segnalate correlazioni significative tra chi utilizza la tecnica stop-star e la presenza di infiammazioni delle vie uro-seminali.