Utente 174XXX
Salve a tutti.
Allora, sono Nicholas, sono padre di un figlio che tra un mese circa compirà i 16 anni.
Sin dalla nascita, a mio figlio, è stata diagnosticata una bicuspidia aortica con insufficienza moderata. Negli anni è sempre rimasto stabile: nessun peggioramento, tanto che all'ultima visita, avvenuta all'età di 14 anni, hanno posticipato il controllo annuale di 2 anni. Durante questo lasso di tempo, però, mio figlio ha preso il brutto vizio di fumare. Ora mi ha garantito che è da circa un mese che non tocca sigarette, che non fumava più di 8 sigarette al giorno (se capitava)e che non avverte sintomi differenti per un possibile peggioramento del suo problema. E' molto ansioso e domani ha una visita ECG che conseguirà una visita Eco Dopler.
Ora con la speranza più grande possibile voglio chiedervi: è possibile che alle visite si riscontri qualche peggioramento? Devo aspettarmi qualche sorpresa? Non posso descrivervi l'agitazione che ha mio figlio, si trasforma quasi in crisi di pianto.

Intanto vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Per essere totalmente sincero il fumo NON peggiora il vizio valvolare del quale suo figlio è affetto. Ovviamente fumar a seduci anni significare ipotecare il proprio futuro con un simpatico cancro al polmone od ad un altrettanto simpatico tubo in trachea che permette a malapena di respirare. Detto questo mi meraviglio di lei, dato che padre sono anche io, che si preoccupa di una banale bicuspidia a ortica, invece di prendere a ceffoni ( anzi non si può più dire, alimenti si passa per violenti...) suo figlio al quale lei concede di fumare. Cordialità. Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Non posso che ringraziarla delle rassicurazioni.
Per quanto riguarda il vizio del fumo, più che spaventarlo e metterlo al corrente dei rischi che corre non posso fare.
Prenderloa "ceffoni" secondo me non risolverebbe nulla, in quanto in casa potrebbe dirmi che non fuma e fuori con gli amici si fa fuori i pacchetti interi. Io mi fido di lui e delle sue affermazioni: se mi dice che non fuma più, ci credo. D'altronde non posso perquisirlo ogni volta che esce per cercare qualche pacchetto clandestino no? Spero solo che capisca che il fumo bene non gli fa e che rischia grosso. Replico quindi che la mia non è una concessione, è pura fiducia: certo è che se lo becco fumare non gli dico "prosegui pure"!!
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I ceffoni erano ovviamente solo figurati. La domanda è questa, se lo trovasse a rubare un motorino cosa farebbe? Eppure sarebbe molto meno pericoloso che fumare. Buona giornata. Cecchini