Utente 130XXX
salve chiedo un vostro consulto per quanto riguarda mio fratello.
circa 15 giorni fa ha iniziato ad avvertire un fastidio all'ombelico il quale emetteva un odore e particolare, il medico di famiglia gli ha diagnosticato un onftalite da curare con UNIXIME da 400 mg, dopo alcuni giorni la situazione è peggiorata dal momento che l'ombelico si è gonfiato e le emissioni di liquido erano aumentate....( assenza di febbre) recatosi da un chirurgo ha proceduto con un incisione e gli ha preiscritto KETEK da 400mg da allora cioè 7 giorni fa ogni sera la temperatura arriva a 37 gradi bensì non è febbre credo che comunque indichi un infezione domani termina la cura ,e credo di ricontattare il chirurgo voi cosa consigliate?
ps dopo l'incisione ogni sera un infermiere ha fatto la medicazione con betadina e ioni d'argento

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

le confermo che i suoi intenti sono corretti, ritengo infatti che un controllo dal chirurgo sia dovuto per valutare la situazione ed apportare, qualora fosse necessario, le dovute correzioni.

voi avete fatto tutto quello che bisognava fare.

cordiali saluti

buona domenica
[#2] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

le confermo che i suoi intenti sono corretti, ritengo infatti che un controllo dal chirurgo sia dovuto per valutare la situazione ed apportare, qualora fosse necessario, le dovute correzioni.

voi avete fatto tutto quello che bisognava fare.

cordiali saluti

buona domenica
[#3] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio per aver risposto subito,volevo solo precisare che poco fa dopo aver fatto l'ultima medicazione l'infermiere ha trovato tutto nella norma cioè l'ombelico non puzza e sembra sia tornato nella norma , è possibile che l'antibiotico deve essere aumentato dato ke la temperatura aumenta circa 20 minuti prima della dose esempio oggi : 17:00 temperatura 36.5, 17.15 temperatura 36.8 17.30 temperatura 37 alle 18 prende l'antibiotico per poi scomparire alle 22 circa
GRAZIE MILLE E MI SCUSI PER AVERLA DISTURBATA BUONA DOMENICA
[#4] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
la temperatura di 37 non rappresenta un problema, soprattutto se le condizioni locali, in base alle affermazioni dell'infermiere, sembrerebbero notevolmente migliorate.

uso i condizionali per gli evidenti limiti di una valutazione a distanza.

mi tenga informato

cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
buonasera, ieri sera ha effettuato una visita di controllo dal chirurgo il quale "ha palpato" la zona interessata , e ha confermato la tesi dell'infermiere cioè che sta procedendo per il meglio, ha detto di continuare con l'antibiotico come previsto e di risentirci qualora la temperatura continui ad essere sui 37.
stasera comunque la temperatura era 36.9 ( una linea in meno rispetto ad ieri) la ringrazio
cordiali saluti
[#6] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
in certi momenti, ma con la situazione clinica seguita realmente, a volte ho consigliato di "buttare" il termometro.

nel senso di non essere così "fiscali" nei controlli della temperatura.

mi sembra infatti che le cose vadano per il meglio.

mi tenga comunque informato

a presto

cordiali saluti

[#7] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio per il consiglio , è stato utile, infatti sembra che per ora non ci sono più problemi.
La ringrazio per la sua disponibilità
CORDIALI SALUTI
[#8] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
a presto