Utente 149XXX
Salve,
un'amica è stata operata circa un anno fà per tumore k retto (non c'erano e non ci sono metastasi) dopo l'intervento della rimozione della neoplasia, ha fatto sia la chemio che la radioterapia senza nessun problema, nel mese di giugno hanno rilevato una cisti(prima rilevata benigna ma istologicamente maligna) a livello delle ovaie che sono state asportate però durante l'intervento è successo qlc all'intestino tant'è che hanno fatto intervenire il chirurgo il quale ha rilevato che stava andando o era andata in peritonite, eseguito l'intervento all'intestino si è formata una fistole enterocutanea che dopo oltre un mese non si era chiusa e continuava e continua a fuoriuscire la bile e brucia da morire qnd fuoriesce, è stata ri operata per risolvere il problema della fistole visto che dopo oltre 2 mesi non era cambiato, eseguito l'ultimo intervento con la formazione di un'altra fistole enterocutanea, volevo dei ragguagli/chiarimenti in merito o consigli per poter risolvere il problema della fistole.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
In effetti da quanto sacrive appare una situazione complessa. Non si puo' ovviamente a distanza dare indicazioni specifiche, tuttavia l'elemento essenziale nella soluzione di questo problema e' in genere la pazienza ed il tempo.Per il resto e' indispensabile si rivolga a chi la segue personalmente. Auguri!