Utente 175XXX
Gentili medici, sono una ragazza di 26 anni, da circa un mese ho scoperto di avere il cheratocono, ad entrambi gli occhi al primissimo stadio.
Il mio oculista mi ha fatto una visita accurata e soddisfacente e mi ha prescritto gli occhiali da vista in quanto risulto essere diventata astigmatica.
Ho fatto fare gli occhiali, gradazione OS +1.50 asse 150 e Od +1.
Arrivata a casa ho indossato gli occhiali ma ho capito subito che qualcosa non andava in quanto non riuscivo a vedere nulla!!!Da vicino tutti gli oggetti erano assolutamente alterati, li vedevo di forma diversa(ad esempio una tazzina da caffè la vedevo una tazzona da the) e soprattutto da lontano non vedevo nulla, tutto sfuocato ho provato per 3 giorni per vedere se era una questione di abitudine ma nulla. Mi sono recata dall'ottico per chiedere se avessero sbagliato qualcosa nel preparare le lenti ma mi è stato risposto di no, mi hanno proposto di fare una visita. Ho accettato mi hanno fatto una visita accurata di 40 minuti con vari strumenti (il medico l'aveva fatta di 2 minuti). Abbiamo trovato delle lenti che mi facevano vedere perfettamente 10/10 e vedevo praticamente benissimo, l'ottico senza esprimersi sull'operato dell'oculista mi ha spiegato che è l'asse sbagliato, l'oculista mi aveva prescritto 150 ma io vedo benissimo con il 90. Ieri mi sono recata dall'oculista per mostrare l'esito della pachimetria e ho per chiesto chiarimenti, mi ha risposto in malo modo che lui conferma la sua prescrizione, che si assume responsabilità sul suo operato e non su quello di ottici. Mi ha rimisurato la vista, alla sua gradazione ho detto che vedo malissimo soprattutto da lontano ma mi ha risposto che è impossibile e che è l'occhio che deve abituarsi allo spasmo. A questo punto non so davvero a chi credere!!!Come è possibile che sia così convinto che ci vedo bene anche quando gli dico che non vedo assolutamente nulla che invece di lettere vedo 4 puntini???A chi devo credere??Inoltre avendomi detto che non si assume responsabilità ho paura che indossando gli occhiali realizzati dall'ottico possa recare danni al cheratocono.Non so davvero a chi credere.Inoltre mi ha prescritto collirio optive perchè da alcuni giorni accuso stanchezza e un po' di secchezza agli occhi, ma visto i precedenti non so più se fidarmi o meno.
Ringrazio e saluto!!!
[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
4% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, comprendo il suo disagio, che ne dice di un arbritro terzo?? forse è meglio ripetere un consulto oculistico, anche solo per tranquillizzarsi.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio molto per la sua cortese risposta, le chiedo se secondo lei gli occhiali dell'ottico con i quali vedo perfettamente possono danneggiare i miei occhi, perchè oltre alla paura di recare danno al cheratocono mi dispiace continuare a veder male e aver speso parecchi soldi. E soprattutto non capisco se il dottore in questione abbia continuato a dire che io ci vedo con quegli occhiali da lui prescritti solo per non dover ammettere che ha sbagliato o perchè davvero è convinto. Nella mia ignoranza penso che gli occhiali debbano servire a vedere meglio non peggio!!Oltre alla preoccupazione per la diagnosi di cheratocono si aggiunge l'ansia di non saper davvero dove sbattere la testa e di chi fidarmi!La ringrazio ancora!