Utente 175XXX
Buonasera ieri ho ricevuto la risposta dell'inail in merito alla mia richiesta per indennizzo per la malattia professionale,mi hanno riconosciuto 7 punti invalidanti volevo sapere se secondo voi sono congrui alla diagniosi della loro RM.che è descritta cosi:Regolare allineamento dei metameri lombari con regolare lordosi ed iniziali fenomeni degenerativo-artrosici intersomatici ed interapofisari lombari medio-inferiori.Alterazione del segnale, di tipo degenerativo,del disco intersomatico compreso tra L4-L5 che risulta ampiamente protruso in ambito endospecale,si impegna in parte entrambi i forami neurali e presenta focalità erniaria contenuta mediana,con secondaria discreta impronta sul profilo anteriore del sacco durale in assenza tuttavia di significative immagini riferibili a conflitto radicolare.Modica ipertrofia delle apofisi articolari con secondaria lieve riduzione dei diametri canalari e neuroforami a livello L4-L5 bilateralmente.Restanti rapporti disco-somatici,forami neurali e diametri ossei del canale vertebrale nella norma.Non alterazione morfostrutturali nè di segnale il cono ed epicono midollare.
Volevo sapere in sintesi come sono messo e se il lavoro che faccio "autista di autobus" a lungo andare può aggravare la mia patologia e secdondo voi che punteggio mi spetterebbe.
[#1] dopo  
169091

Cancellato nel 2013
Gentile utente,
è difficile esprimere un parere in merito ai suoi quesiti in assenza di una visita e di una visione diretta degli esami diagnostici.
Il suo quadro clinico, per quanto deducibile da ciò che lei ha riportato, è verosimilmente di origine multifattoriale. Per valutare quanto il cofattore lavoro potrebbe "pesare" in un eventuale aggravamento sarebbe necessario conoscere in dettaglio le caratteristiche delle postazioni di guida dei mezzi che lei conduce e gli orari di lavoro effettuati (sistema di turnazione, pause, etc). Le consiglio, pertanto, di rivolgersi al Medico Competente aziendale per ricevere un parere in merito.
Per quanto concerne la "congruità" del punteggio percentuale riconosciutole dall'INAIL sono valide le considerazioni iniziali. Tuttavia, trattandosi di una materia che non rientra nella pratica quotidiana del medico del lavoro, le consiglio di consultare un Collega specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni.